alpadesa
  
sabato 30 maggio 2020
Flash news:   «Atripalda riparte, riparti da Atripalda»: questa mattina al Comune conferenza stampa per rilanciare il Commercio in città Coronavirus, due i positivi di oggi in Irpinia: Avellino e Gesualdo Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una Coronavirus, sono 87 le vittime registrate nelle ultime 24 ore: Lombardia maglia nera per i contagi Il Covid Hospital del “Moscati” si svuota: resta solo un paziente positivo ricoverato in Malattie Infettive Fontana, strade, tomba funeraria romana nel degrado ad Atripalda: scatta la denuncia sui social. Foto Coronavirus, nuovo positivo in Irpinia: è di Contrada Coronavirus, calano i morti (+70) e aumentano i guariti (+3.503) ma i contagi restano +593 Screening sierologico ad Ariano: sono 60 i positivi al tampone Costituito l’ufficio di progettazione per l’intervento di sistemazione idraulica e idrogeologica del Vallone Testa ad Atripalda: 980mila euro a disposizione

Coronavirus, due giovani commercianti atripaldesi donano mascherine protettive alla città e chirurgiche all’ospedale Moscati

Pubblicato in data: 30/3/2020 alle ore:16:25 • Categoria: Attualità

Al fianco dei cittadini, delle forze dell’ordine e delle associazioni di Atripalda contro il Coronavirus. Due giovani imprenditori locali, Salvatore Cacace  e Danila Scioscia, titolari del negozio “Il Bello del Casa” hanno donato nei giorni scorsi mascherine protettive in tessuto lavabile alle forze dell’ordine locali, agli esercenti, alle farmacie, alla Protezione Civile e all’associazione di Alvanite. Altre 500 mascherine chirurgiche sono state consegnate all’ospedale Moscati di Avellino. Un gesto di grande solidarietà.
«In un momento di emergenza cosi difficile, anche i piccoli gesti assumono grande significato. Titolari dei negozi “Il Bello della casa” abbiamo donato alla nostra comunità di Atripalda 1000 mascherine protettive in tessuto lavabile, ripartite tra le forze dell’ordine locali, esercenti, farmacie, Associazioni e Protezione Civile di Atripalda, che ha provveduto a distribuirle alla cittadinanza – raccontano i due giovani titolari -. Inoltre abbiamo donato tessuti ed elastici, per la produzione di oltre 2500 mascherine (solidali). All’ospedale Moscati di Avellino sono state donate 500 mascherine Chirurgiche. Colgo l’occasione per ringraziare i ragazzi dell’Associazione Culturale di Alvanite e il Coordinatore della Protezione Civile di Atripalda Giuseppe Barretta con tutti i volontari per la fattiva collaborazione, la sensibilità e l’impegno profuso. Questo gesto ci ha fatto sentire migliori! È proprio vero “donare fa bene” non molliamo!».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una

Il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha firmato l'Ordinanza n.53 con ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza Read more

Coronavirus, sono 87 le vittime registrate nelle ultime 24 ore: Lombardia maglia nera per i contagi

Coronavirus, sono 87 le vittime registrate nelle ultime 24 ore: Lombardia maglia nera per i contagi. È questo il dato Read more

Coronavirus, calano i morti (+70) e aumentano i guariti (+3.503) ma i contagi restano +593

Coronavirus, calano i morti (+70) e aumentano i guariti (+3.503) ma i contagi restano +593. È questo il dato più Read more

Coronavirus, in Irpinia secondo giorno consecutivo a contagio zero. I tamponi effettuati sono stati 298

L’ASL di Avellino comunica che, su 248 tamponi analizzati dall’AORN “Moscati” di Avellino, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Istituto di Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *