Flash news:   Coronavirus, torna il contagio ad Atripalda: un residente positivo Ripulita la fontana in piazza Umberto e rimesso in funzione l’impianto di irrigazione. Foto Taglio del nastro ieri sera del “Parco Elio Parziale”, il dottor Sabino Aquino: «uno spazio di aggregazione, oasi di divertimento e interazione». L’impegno del vicesindaco Anna Nazzaro:«Auspico entro l’anno di intitolare l’Istituto comprensivo a lui». Foto Il prefetto e la dirigente regionale della Protezione civile premiano i volontari. Spena: «in una comunità bisogna essere coesi e guardare ai più fragili». Foto Dolore e commozione nella chiesa madre di Atripalda ai funerali di Gennaro Marena. Foto Addio a Gennaro Marena, lettera del comitato festa San Sabino: “la città di Atripalda perde un pezzo della sua storia” Sabato i biancoverdi partiranno per il ritiro di Roccaraso «Parco Elio Parziale», stasera l’inaugurazione dell’area a verde dedicata al compianto direttore: sarà aperto alle associazioni. FOTO Coronavirus, il prefetto Spena ad Atripalda per la consegna di civiche benemerenze ai volontari impegnati nella pandemia Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda, dal primo settembre la nuova dirigente scolastica è Antonella Ambrosone

Buona Pasqua, gli auguri nei versi di Gabriele De Masi

Pubblicato in data: 12/4/2020 alle ore:08:39 • Categoria: Cultura, Giorni Felici

È la lezione dei medici, degli infermieri e dei volontari che va colta e non dispersa in questa Pasqua 2020 sconvolta dal Coronavirus. Un atto di altruismo nei comportamenti, di solidarietà e coesione sociale. Valori in cui credere, spina dorsale di un’Italia ferita ma che vuole rialzarsi. Nell’attesa di un’alba nuova che squarci finalmente gli egoismi e i personalismi degli individui.


Atto di dolore

 

Non mi va di parlare di sciolte

campane, uova colorate, fiori,

nastri e farfalle svolazzanti.

Possiedo terre, e in più denari,

auto importanti, il frigo pieno

e caldo è il sonno, non ho scorno

per il mio buon tenore di vita,

se non me la passo poi così male,

ma non sopporto il lamento,

chi sempre la mano tende,

gli intrusi sbarcati alla spiaggia.

Fischia il treno al mio binario.

Non avevo prenotato. Aspetto,

che faccio, salgo, scappo?

Scorrono veloci i titoli di coda.

Il treno fischia insiste ha un orario.

Fonda è la notte, avanza, incede,

sempre più preme e via più non va.

Se non salgo, che mi succede?

Aspetto l’alba di Luce. Mi salverà.

 

                        Gabriele De Masi

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *