alpadesa
  
Flash news:   Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere” Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti» Buon compleanno al “vulcano” Antonio De Vinco Addio a Ciriaco Coscia, un pezzo della storia politica del Pci in Irpinia. Il ricordo dell’ex consigliere Andrea Montuori Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni

Parte lo screening epidemiologico per titolari e dipendenti delle attività commerciali di Atripalda, il sindaco: “il costo del primo test per ogni negozio è a carico del Comune, per gli altri prezzi agevolati”

Pubblicato in data: 3/6/2020 alle ore:07:00 • Categoria: Attualità

Parte lo screening epidemiologico per titolari e dipendenti delle attività commerciali di Atripalda.
L’Amministrazione Spagnuolo ha pubblicato la delibera di giunta con la quale si promuove una campagna di mappatura del contagio, su base volontaria, mediante test sierologico al personale delle imprese  produttive della città con a carico del Comune il costo di un test «a condizione che l’intera struttura aziendale si sottoponga allo screening epidemiologico per garantire l’implementazione dei dati sulla piattaforma Soresa» si legge nell’atto approvato dall’esecutivo.
L’obiettivo, in questa Fase 2, anche in concomitanza con l’azione avviata di promozione e rilancio del settore commercio cittadino, è di realizzare un “Negozio Sicuro” attraverso una certificazione, da esporre in vetrina, rilasciata dietro presentazione della documentazione necessaria con il test sierologico da fare al titolare del negozio e a tutto il personale dipendente. Un’idea illustrata dall’Amministrazione agli esercenti nell’ultima riunione svoltasi a Palazzo di città con il Comune pronto a sottoscrivere una convenzione con i due laboratori di analisi privati presenti sul territorio per avere un prezzo calmierato e un corridoio preferenziale per far eseguire i test.
Ad illustrare l’iniziativa, ieri il sindaco Giuseppe Spagnuolo a margine della Festa della Repubblica svoltasi in piazza Umberto I con la deposizione di una corona, sotto le note dell’Inno di Mameli, al Monumento ai Caduti di piazza Umberto I alla presenza delle autorità civili, militari e religiose.
«Con la convenzione che sottoscriveremo con i due laboratori di analisi privati sul territorio – spiega il sindaco Giuseppe Spagnuolo – i commercianti cittadini potranno usufruire di un prezzo agevolato e già scontati per effettuare il test sierologico. Per usufruire della convenzione i commercianti dovranno comunicare al Comune la Partita Iva dell’attività economica con l’elenco dei dipendenti che devono essere sottoposti al test. Questi nominativi li trasmettiamo al laboratorio di analisi private che hanno scelto. Di questo elenco il costo di uno dei test sarà a carico del Comune mentre gli altri test che il negozio dovrà sostenere saranno fatturati a carico dell’attività commerciale. Naturalmente il costo sarà scontato». I due laboratori sono il Poliambulatorio “Mare” di via Circumvallazione  e il laboratorio di analisi cliniche “G .Moscati” di via Gramsci. Quindi il primo test per ogni negozio arà a carico del Comune, che ha stanziato per i test la somma di 4mila euro. Il secondo test invece avrà un costo di 18,75 euro a negozio. «Ciascun titolare dovrà presentare la richiesta di effettuare il test al Comune – conclude il primo cittadino – e il Palazzo di città procederà a giare la richiesta al laboratorio privato. Per il test comunque è necessaria la ricetta del medico di base».
Soddisfatta anche la delegata alla Protezione civile Giuliana De Vinco: «A valle di un’attività di gestione dell’emergenza volta al contenimento del Covid-19 mi ritengo molto soddisfatta anche di questa azione messa in campo dal Coc per la Fase 2 che mira allo screening epidemiologici per le attività produttive. Essendo stati guidati sin dall’inizio da una volontà di tutela sanitaria della popolazione del nostro territorio e dopo esserci confrontati anche con la parte medica, per cui mi sento di ringraziare particolarmente il dottor Piscopo, ci è sembrato doveroso e quantomeno necessario predisporre un piano di screening e monitoraggio per il Covid-19. Per tale motivo, volendo garantire anche un maggior controllo alle attività produttive del nostro territorio e onde rasserenare i loro fruitori e rilanciare così un concetto di commercio sicuro abbiamo sottoscritto una convenzione con  i laboratori che insistono sul nostro territorio, con ad oggetto prezzi contenuti e favorevoli, secondo modalità di accesso riservate e contestualmente di sostenere la spesa come ente di un test per ogni attività produttiva, come chiaro segnale di sostegno e incentivo».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere”

«L’Amministrazione ci ha risposto a tutto e ci mostrato tutti i progetti che stanno partendo. Da settembre dovremmo avere già Read more

Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti»

«Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti». Parte da qui il nuovo affondo all’Amministrazione Spagnuolo e alle sue politiche Read more

Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda

Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei parcometri ad Atripalda. La nuova azienda, a cui Read more

Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni

L’impianto Stir di Pianodardine, nella tarda mattinata di oggi è stato interessato da un guasto improvviso alla linea di produzione Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *