alpadesa
  
Flash news:   Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto Irpiniambiente, riparato il guasto allo Stir: da stasera riprende la raccolta dell’indifferenziato Regionali Campania, presentati i candidati di Europa Verde: per l’Irpinia c’è l’ex vicesindaco Luigi Tuccia Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere” Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti» Buon compleanno al “vulcano” Antonio De Vinco Addio a Ciriaco Coscia, un pezzo della storia politica del Pci in Irpinia. Il ricordo dell’ex consigliere Andrea Montuori Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni

Stop ai collegamenti domenicali tra Atripalda e Avellino: scoppia la polemica. Nota del Prc

Pubblicato in data: 22/6/2020 alle ore:10:27 • Categoria: Attualità, Politica, Prc

Oggi, 21 giugno, L’AIR ha pensato bene di inaugurare l’inizio dell’estate sopprimendo i collegamenti fra Atripalda ed Avellino.   

Nessun autobus ha collegato il principale centro della valle del Sabato con il capoluogo. 

E, quel che è peggio, nessun avviso e/o informazione e sono stati forniti preventivamente agli ignari  cittadini, dai quali abbiamo ricevuto numerose segnalazioni.   

È  in loro nome, di quanti hanno bisogno, per motivi spesso di vitale importanza,  di servirsi dei mezzi pubblici anche nei giorni festivi, che inoltriamo questa protesta, la quale assomiglia a un grido di dolore. 

È in questo modo che L’AIR pensa di suggellare l’inizio dell’estate? 

E’ in questo modo che pensa di offrire il proprio contributo al rilancio dell nostra provincia? 

È  in questo modo che ritiene di mantener fede a quanto pubblicato non più tardi del 24 maggio, ovvero che avrebbe potenziato le  corse fra il capoluogo e le città  di Atripalda e Mercogliano? 

E che cosa hanno da dire in proposito il sindaco di Atripalda e il capogruppo di minoranza, i due Spagnuolo, insomma, anche se il problema non riguarda specificamente il commercio, unico tema, a quanto pare dai loro interventi, destinato a coinvolgere  la popolazione atripaldese? 

Ci auguriamo che non abbiano a ripetersi i fasti del 2013, allorquando il collegamento domenicale Atripalda-Avellino-Mercogliano fu fu sospeso per circa un anno.

Luigi Caputo – PRC Atripalda

Partito della Rifondazione Comunista – Federazione di Avellino

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
“Regala una sporta”, il Prc di Atripalda attacca l’Amministrazione Spagnuolo: «Anche quest’anno la solidarietà si riduce ad elemosina»

Anche quest'anno l'Amministrazione Comunale di Atripalda ha approvato, per il periodo natalizio, il progetto "Regala una sporta", che vorrebbe essere, Read more

Prc: “Un Consiglio comunale aperto ad Atripalda sull’ambiente”

Atripalda - è risaputo - si trova in una situazione di autentica emergenza ambientale: il rinvenimento di un’abnorme quantità di Read more

Caso assessore Urciuoli, il Prc attacca: “si dimetta anche da assessora e da consigliera comunale“

Nei giorni scorsi l'assessora atripaldese al Personale, alla Cultura nonché alla Partecipazione e Trasparenza, dottoressa Stefania Urciuoli, ha rinunciato all'incarico Read more

Condanna Troisi, il Prc: “Le dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici sono doverose e improrogabili”

Le dimissioni dell’assessore ai  Lavori Pubblici del Comune di Atripalda Antonio Troisi, condannato a due anni di reclusione in primo Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *