alpadesa
  
Flash news:   Secondo contagio ad Atripalda, il sindaco: “invito l’intera comunità ad osservare le misure per la prevenzione e il contrasto al covid-19” Coronavirus, contagiato ad Atripalda anche un parente della signora romena Nuovo caso di Coronavirus ad Atripalda, il sindaco: “la donna straniera sottoposta ad isolamento” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda: in isolamento persona rientrata dall’estero Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda

Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere”

Pubblicato in data: 5/7/2020 alle ore:08:26 • Categoria: Attualità, Comune

«L’Amministrazione ci ha risposto a tutto e ci mostrato tutti i progetti che stanno partendo. Da settembre dovremmo avere già risolto le grondaie e per quel periodo dovrebbe partire anche un progetto per la ristrutturazione dei palazzi malandati». A scriverlo sulla propria pagina di Facebook sono i giovani dell’Associazione Culturale Atripalda che si sono recati a Palazzo di città (Foto) per incontrare il sindaco Giuseppe Spagnuolo dopo il crollo giorni fa di calcinacci da alcuni balconi delle palazzine popolari e le proteste dei residenti. «Una giornata molto intensa e costruttiva –scrivono i giovani guidati da Luca Imparato -, Nel giro di 7-8 mesi dovrebbe anche partire il progetto “Alvanite Quartiere Laboratorio” con la costruzione di due edifici e la costruzione di quattro».
Proprio su questo progetto l’Amministrazione a fine febbraio ha dato incarico ad un’azienda di Ferrara, la “Archliving Srl”, di verificare se sussistono le condizioni per adeguare il progetto “Alvanite Quartiere Laboratorio” alla variata normativa energetica. Il progetto “Alvanite quartiere Laboratorio”, prevedeva quando fu immaginato la realizzazione di 72 nuovi alloggi: 24 di edilizia residenziale pubblica, 28 in housing sociale (fitto sociale) e infine altri 20 da cedere con edilizia convenzionata (cooperative). L’intervento iniziale dovrebbe portare all’abbattimento di due edifici, c1 e c2, individuati su un totale di 17 edifici, e la ricostruzione di tre nuovi edifici. Spazio nell’intervento anche alla realizzazione di una ludoteca, una casa famiglia e per anziani, attività commerciali, percorsi ciclo pedonali, aree a verde e per il gioco dei bambini. Degli 8,5 milioni che serviranno per realizzare i 72 nuovi alloggi e le infrastrutture della popolosa contrada, circa 4,5 milioni dovrebbero essere a carico della Regione Campania. La restante parte, pari a circa 3,5 milioni di euro a carico di privati con muti agevolati, mentre infine un piccolo contributo dovrebbe arrivare dalle casse comunali (450mila euro). Ma il progetto è in stand-by e lo stesso capogruppo di maggioranza Massimiliano Del Mauro ha dichiarato giorni fa che a breve si capirà se il progetto potrà partire o dovrà essere accantonato per sempre.
L’Amministrazione ha assicurato ai giovani anche interventi immediati su grondaie e giochi: «Cercheranno di togliere le giostre distrutte dal tempo per riutilizzare lo spazio- prosegue la nota dei giovani dopo l’incontro in Comune – Sono stati molto comprensivi e vogliosi di risolvere le problematiche del quartiere tantè che hanno deciso di fare un incontro al mese con noi in modo da esporre le problematiche e risolverle». Ma i giovani non nascondono in chiusa la rabbia: «Inutile dire che siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere ora solo il tempo può dirci se loro sono uguali agli altri o veramente ci tengono al quartiere» si conclude il comunicato.
A denunciare la caduta dei calcinacci, con tanto di foto postate sulla propria pagina di Facebook, era stata proprio l’Associazione Culturale di contrada Alvanite.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
La Giunta Spagnuolo approva il Rendiconto 2019 che chiude con un disavanzo peggiore del 2018 e il sindaco convoca il Consiglio comunale: rosso da 6 milioni di euro

La Giunta Spagnuolo approva il Rendiconto di gestione per l’esercizio 2019 che chiude con un disavanzo peggiore del 2018 e Read more

L’Amministrazione Spagnuolo concede due mesi di proroga ai titolari degli abbonamenti per la sosta a pagamento e amplia le ore di controllo da parte degli ausiliari del traffico

L’Amministrazione Spagnuolo concede due mesi di proroga a tutti i titolari degli abbonamenti per la sosta a pagamento in città Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *