domenica 19 settembre 2021
Flash news:   L’appello dell’imprenditore Enzo Angiuoni alla Soprintendenza: «Fatemi restaurare lo Specus» Ruba in un supermercato, i Carabinieri di Atripalda denunciato un 40enne L’assessore Urciuoli: «Eventi culturali nel parco archeologico di Abellinum per valorizzare storia e territorio» Carabiniere libero dal servizio si imbatte in uno spacciatore: denunciato ventenne di Atripalda Al via il nuovo anno scolastico ad Atripalda: per refezione e trasporto confermato l’utilizzo di Telemoney Il Maresciallo Maggiore David Lombardini nuovo comandante della Stazione dei Carabinieri di Atripalda Stadio Valleverde-Aquino, il comune di Atripalda incassa il contributo di 700 mila euro Riapertura delle scuole: AIR pronta con il pianotrasporti Diciotto anni Demetrio Trasente, auguri dalla famiglia Festeggiamenti in onore del Santo Patrono Sabino, lettera aperta alla Città di Don Fabio Mauriello

Cinema all’aperto a Parco delle Acacie, Sinistra Italiana Atripalda plaude all’iniziativa e chiede al sindaco un impegno per riattivare un polo culturale in città

Pubblicato in data: 18/8/2020 alle ore:09:31 • Categoria: Attualità, Politica, Sinistra Democratica

«Chiudiamo al sindaco, in maniera pacata ma ferma, dov’è il suo impegno per far sì che la cittadinanza abbia di nuovo, pienamente funzionante, il suo storico cinema». Parte da qui il nuovo affondo all’Amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Spagnuolo da parte di “Sinistra Italiana Atripalda”.
Gli esponenti della sinistra atripaldese che si riconoscono intorno alla figura dell’ex assessore Luigi Adamo, prendendo spunto dall’iniziativa “Cinema al Parco”, rassegna all’aperto curata da Laika (Laboratorio di intervento kultur atripaldese) in corso di svolgimento presso Parco delle Acacie, finita anche al centro di alcune polemiche sui social per i fondi comunali ottenuti, e chiedono al governo cittadino un impegno per la riattivazione di un polo culturale.
«Questa amministrazione, è noto, non ci fa impazzire, anzi – scrivono gli esponenti di Si Atripalda -. Ma ci piace ancora meno l’arena dei social quando si alzano troppo i toni e si tende a fare di tutta l’erba un fascio (e il fascio non è mai cosa buona)». Pur riaffermando la contrarietà al tipo di intervento di riqualificazione effettuato difendono la rassegna cinematografica «a noi l’operazione di restyling del parco delle Acacie non è piaciuta affatto e lo abbiamo detto. Ma che ora gli spazi vengano usati per dare finalmente un degno palcoscenico ad un gruppo di giovani che da anni vuole fare cultura nel deserto totale di iniziative, non ci sembra affatto cosa riprovevole, anzi». Da qui la richiesta avanzata al primo cittadino di impegnarsi affinché la cittadinanza «abbia di nuovo, pienamente funzionante, il suo storico cinema». L’ex sala cinematografica di piazza Umberto I, lo storico Cimena Ideal che nel corso degli anni ’60-’80 ha visto calcare il proprio palcoscenico da attori di fama nazionale, è ormai chiuso da decenni.
«E ci aspettiamo che ci risponda perché rispondere è innanzitutto educato, come lo sono sempre i nostri toni, e poi democratico – concludono gli esponenti di sinistra -. Ma ci aspettiamo anche che questi giovani così amanti del cinema stiano al nostro fianco nella nostra storica battaglia per ridare finalmente al nostro paese una struttura stabile dedicata alla cultura».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *