alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, 5 nuovi positivi ad Atripalda e 247 contagi in Irpinia La Giunta Spagnuolo approva il progetto di fattibilità tecnico economica per i lavori di ristrutturazione del campo sportivo comunale “Valleverde” in erbetta sintetica. Il sindaco: “un intervento importante” Coronavirus, i nuovi casi in Italia sono 21.994 con i morti che salgono a 221. In Campania nuovo record Coronavirus, un nuovo caso ad Atripalda e 93 in Irpinia Cinque offerte per la gestione del Farmer Market di Atripalda: l’assessore Musto: “c’è forte interesse” Padre Gerardo Di Paolo è il nuovo Direttore della Biblioteca Statale di Montevergine Coronavirus, altri due contagi ad Atripalda e 69 in Irpinia Coronavirus, Idea Atripalda scrive al sindaco per chiedere un punto drive test per effettuare i tamponi naso-faringei L’Avellino travolge la Casertana: 3-1 il finale Si chiude la controversia giudiziaria tra il Comune di Atripalda e la Ingino Spa dopo che il Tar di Salerno dà ragione all’azienda agroalimentare

Regionali, il Prc di Atripalda attacca: “La commissione elettorale comunale nomina gli scrutatori“

Pubblicato in data: 29/8/2020 alle ore:16:26 • Categoria: Politica, Prc

Lottizzazione: non vi è altro termine per definire il comportamento tenuto dalla Commissione Elettorale comunale nel designare,  nella seduta del 26 agosto ( presenti il sindaco, le consigliere Gambale e Picariello e il consigliere Musto)  gli scrutatori e le scrutatrici per la duplice consultazione, regionale e referendaria, del 20 e 21 settembre. 

Lottizzazione legale ed istituzionalizzata, certamente. Ma sempre di lottizzazione si tratta. 

Infatti, per la prima volta nella storia della nostra cittadina, gli scrutatori non sono stati individuati attraverso il sorteggio, ma scelti, direttamente ed integralmente, dai componenti della commissione. 

Una caduta netta, evidentemente, sul piano della trasparenza, sacrificata sull’altare della convenienza, discrezionalità assoluta e dell’arbitrio. 

E’ l’ennesima riprova che nell’Atripalda dei due Spagnuolo, dioscuri dell’opportunismo, non esiste confine tra maggioranza e opposizione, ma un’unica centrale consociativa imperniata sul clientelismo.

Qualcuno ha pensato infatti di proseguire, attraverso le infornate degli scrutatori, la politica delle mance  inaugurata durante l’emergenza Covid.

E’ bene che gli Atripaldesi lo sappiano, anche perché si sta cercando di far passare tutto sotto silenzio.

 

Luigi  Caputo – Partito della Rifondazione Comunista – Atripalda

 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *