alpadesa
  
Flash news:   Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini Alfredo Cucciniello è il nuovo presidente provinciale delle Acli di Avellino Contrada Giacchi, il gruppo consiliare Noi Atripalda denuncia lo stato disastroso delle strade e la presenza di una discarica. Foto Coronavirus, il sindaco:”dallo screening fatto agli alunni della Masi altri due contagiati” Coronavirus, sei nuovi casi di contagio ad Atripalda La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva l’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione per l’esercizio 2020-2022: lavori pubblici e personale in primo piano Emergenza Covid, ecco le nuove misure del governo. Palestre e piscine aperte hanno 7 giorni per adeguarsi, strade e piazze chiuse dalle 21 solo se deciso dai sindaci Finisce con la moto contro la parete all’ingresso della galleria del raccordo autostradale: morta 52enne di Avellino

Idea Atripalda denuncia: “persi 90 mila euro messi a disposizione dal Governo per lavori di efficientamento energetico’

Pubblicato in data: 19/9/2020 alle ore:10:21 • Categoria: Attualità

E’ suonato il dong finale. Oggi è 15 Settembre, ultima data utile per usufruire dei 90.000 euro messi a disposizione dal Governo per lavori di efficientamento energetico.

Noi abbiamo ribadito questa proposta il 25 Giugno, rivolgendoci formalmente al Sindaco Spagnuolo e ai consiglieri delegati Antonacci e Pesca. In questi mesi, abbiamo più volte navigato sul sito internet del Comune di Atripalda, nella sezione Amministrazione Trasparente, con la speranza di trovare un atto che certificasse l’avvio di eventuali lavori usufruendo di questo fondo. Purtroppo, non abbiamo mai trovato nulla in questo senso. Ci fa specie che la nostra città non abbia approfittato di questa occasione, anche memori dei lavori che hanno interessato la Biblioteca Comunale. Ironia della sorte, proprio quel locale inaccessibile da mesi, come del resto l’intera area della Villa “Don Peppe Diana”. Anche lì abbiamo chiesto il perché, ma, come ben potete immaginare, anche in questo caso non abbiamo mai ricevuto risposta.

Noi continueremo a chiedere e ad operare in maniera precisa e rigorosa, perché da piccoli abbiamo letto che DOMANDARE E’ LECITO, RISPONDERE E’ CORTESIA.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *