alpadesa
  
Flash news:   Emergenza Coronavirus, da domani stop all’accesso dei visitatori alla Città ospedaliera e al plesso “Landolfi” Coronavirus, da venerdì scatta il coprifuoco alle 23. Lunedì riaprono le elementari Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda dei 28 casi irpini Alfredo Cucciniello è il nuovo presidente provinciale delle Acli di Avellino Contrada Giacchi, il gruppo consiliare Noi Atripalda denuncia lo stato disastroso delle strade e la presenza di una discarica. Foto Coronavirus, il sindaco:”dallo screening fatto agli alunni della Masi altri due contagiati” Coronavirus, sei nuovi casi di contagio ad Atripalda La Giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo approva l’aggiornamento del Documento Unico di Programmazione per l’esercizio 2020-2022: lavori pubblici e personale in primo piano Emergenza Covid, ecco le nuove misure del governo. Palestre e piscine aperte hanno 7 giorni per adeguarsi, strade e piazze chiuse dalle 21 solo se deciso dai sindaci Finisce con la moto contro la parete all’ingresso della galleria del raccordo autostradale: morta 52enne di Avellino

Fiume Sabato, ripartono i lavori in centro ma restano le esalazioni maleodoranti dal corso d’acqua

Pubblicato in data: 22/9/2020 alle ore:12:00 • Categoria: Attualità

Ripartono i lavori nel fiume Sabato ma restano le esalazioni maleodoranti nel tratto cittadino.
E’ ripartito, dopo una fase di lunghi stop intervallati da interventi a singhiozzo, il cantiere di rinaturalizzazione e messa in sicurezza del corso d’acqua che attraversa il tratto del centro città.
Ad annunciarlo è il consigliere delegato ai Lavori Pubblici, Salvatore Antonacci, che sulla propria pagina di Facebook posta le foto dell’intervento e scrive «alacremente…fiume Sabato lavori ripresi».
L’intervento sta interessando il tratto lungo via Gramsci per la realizzazione di una passeggiata lungo fiume con una soletta a sbalzo in cemento.
I lavori di sistemazione idraulica e riqualificazione ambientale del fiume vedono un progetto messo in campo dall’Ente di Piazza Libertà con un investimento pari a 4.538.695,53 euro. Intervento che punta a rinaturalizzare il corso d’acqua tra terrazzamenti d’ingegneria naturalistica e passeggiate sul fiume, mettendolo in sicurezza da possibili esondazioni. Tutte le opere che si stanno realizzando in cemento armato dovranno essere rivestite con pietra naturale.
Nel tratto che costeggia la villa comunale invece saranno realizzate opere di ingegneria naturalistica, con terrazzamenti a verde e accessi pedonali per la fruizione pubblica in periodi di portata minima del fiume. La villa degraderà così fino all’alveo del fiume. Da qui fino alla confluenza con il Salzola l’alveo in calcestruzzo sarà sostituito da scogli naturali per dar vita ad una rinaturalizzazione, seppur parziale. Da quel punto di confluenza fino alla località Valleverde, all’altezza dello stadio comunale, per eliminare le esondazioni, l’alveo sarà ripulito dalla vegetazione.
Ma la ripresa dei lavori in questi mesi estivi è segnata da continue esalazioni maleodoranti. il corso d’acqua è diventato in alcuni tratti una fogna a cielo aperto che emana odori nauseanti. E non mancano i commenti e l’indignazione dei residenti e dei commercianti. Denunciano lo stato di abbandono e degrado in cui versa il letto del fiume da mesi trasformato in un cantiere e gli olezzi insopportabili.
«Mi faccio portavoce di tante persone che abitano qui lungo via Santi Sabino e Romolo – denuncia l’ex sindaco Andrea De Vinco -. C’è un odore insopportabile. Indipendentemente dall’andamento dei lavori il fatto importante è sotto gli occhi di tutti: la mancata pulizia del fiume che è una cosa indecente».
Olezzi insopportabili che provengono da scarichi abusivi nonostante nei mesi scorsi ci siano stati i controlli effettuati dall’Ufficio tecnico comunale e le indagini dei Carabinieri della locale stazione-

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *