alpadesa
  
Flash news:   Consiglio comunale saltato, il gruppo d’opposizione “Noi Atripalda” attacca: «Amministrazione negligente, superficiale e incapace» Viola l’ordinanza di affidamento condiviso delle figlie minori: assolta madre atripaldese Coronavirus, 2 nuovi positivi ad Atripalda e 69 contagiati in Irpinia Stop all’uso delle acque del torrente Fenestrelle inquinato, scatta l’ordinanza sindacale ad Atripalda Verifica e salvaguardia degli Equilibri di bilancio 2020.2022, si torna in Consiglio ad Atripalda lunedì 7 dicembre Coronavirus, sono 109 le persone positive in Irpinia oggi: 2 ad Atripalda L’opposizione solleva una pregiudiziale sui ritardi nella messa a disposizione degli atti consiliari e salta l’assise comunale ad Atripalda. Foto Coronavirus, il bollettino di oggi: 91 i positivi in Irpinia, 4 ad Atripalda. 1102 i tamponi effettuati Coronavirus, 218 contagi totali e 155 attualmente positivi ad Atripalda: le raccomandazioni del sindaco Spagnuolo Coronavirus, il bollettino di oggi dell’Asl: 89 i positivi, 4 ad Atripalda

Il Comune procede alla divisione di un proprietà comunale in via Fiumitello per la realizzazione di una palazzina ma l’opposizione solleva perplessità in Consiglio comunale

Pubblicato in data: 4/10/2020 alle ore:08:50 • Categoria: Attualità, Politica

Il Comune procede alla divisione di un proprietà comunale in via Fiumitello per la realizzazione di una palazzina ma l’opposizione solleva perplessità in Consiglio comunale.
Via libera l’altra sera dalla maggioranza durante la riunione del parlamentino cittadino, con l’opposizione che si è astenuta, alla divisione di una proprietà comunale in via Fiumitello, finita più volte al centro di proteste dei residenti per lo stato di degrado e abbandono in cui versa.
un’area in cui prima del sisma del 1980 c’era un fabbricato poi demolito. Il comune è comproprietario dell’area insieme alla società “Top House Srl” che nei mesi scorsi ha chiesto a Palazzo di città di procedere alla divisione della proprietà per avviare la ricostruzione della planimetria originale. Contestualmente la società ha proposto, a suo carico, la sistemazione complessiva dell’area con l’allargamento della sezione stradale e la realizzazione di un percorso pedonale ad uso pubblico che ad oggi la zona né è sprovvista.
A relazione sul punto è stato il sindaco Giuseppe Spagnuolo che ha tenuto un’informativa all’aula: «Dalla divisione il Comune si ritrova con una proprietà definitiva, un allargamento della sezione stradale e la realizzazione di un marciapiede mentre la società privata si ritrova con un’intera proprietà in cui ha già manifestato l’intenzione di ricostruire la planimetria originale ».
L’opposizione di “Noi Atripalda” ha evidenziato, attraverso l’intervento del capogruppo consiliare, l’ex sindaco Paolo Spagnuolo, alcune perplessità raccolte dai residenti: «Preannuncio che sul punto ci asterremo al momento del voto ma invito il sindaco a valutare attentamente il progetto perché i residenti di largo Fiumitello, già preoccupati del degrado esistente nella zona, non vorrebbero che ci fosse anche una limitazione della veduta e di luce dalla nuova realizzazione».
Il primo cittadino ha rassicurato l’aula prima del voto: «l’intera zona verrà riqualificata e sarà rispettata ogni distanza prevista dalla normativa». Poi il via libera dall’aula.
Un’area da tempo degradata e divenuta discarica a cielo aperto di rifiuti di ogni genere tra le proteste e le denunce dei residenti. Rifiuti ed erbacce alte nell’area tra largo Fiumitello e contrada Ischia nonostante la presenza di abitazioni civili e attività commerciali. Mesi fa è stata presentata anche una segnalazione in Comune per denunciare lo stato di degrado che perdura da tempo: «presenta spesso mucchi di spazzatura che si accumulano per il raro intervento degli operatori ecologici».

Il nuovo progetto che ha avuto il via libera dal Consiglio comunale dovrebbe garantire la definitiva riqualificazione dell’area.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *