alpadesa
  
Flash news:   Viola l’ordinanza di affidamento condiviso delle figlie minori: assolta madre atripaldese Coronavirus, 2 nuovi positivi ad Atripalda e 69 contagiati in Irpinia Stop all’uso delle acque del torrente Fenestrelle inquinato, scatta l’ordinanza sindacale ad Atripalda Verifica e salvaguardia degli Equilibri di bilancio 2020.2022, si torna in Consiglio ad Atripalda lunedì 7 dicembre Coronavirus, sono 109 le persone positive in Irpinia oggi: 2 ad Atripalda L’opposizione solleva una pregiudiziale sui ritardi nella messa a disposizione degli atti consiliari e salta l’assise comunale ad Atripalda. Foto Coronavirus, il bollettino di oggi: 91 i positivi in Irpinia, 4 ad Atripalda. 1102 i tamponi effettuati Coronavirus, 218 contagi totali e 155 attualmente positivi ad Atripalda: le raccomandazioni del sindaco Spagnuolo Coronavirus, il bollettino di oggi dell’Asl: 89 i positivi, 4 ad Atripalda L’ex sindaco Andrea De Vinco propone la cittadinanza onoraria per l’immunologo americano Anthony Fauci di origini atripaldesi

Le aule dell’ex liceo scientifico di via Appia da dicembre utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda

Pubblicato in data: 23/10/2020 alle ore:07:43 • Categoria: Attualità, Comune

Le aule di via Appia che per decenni hanno ospitato il liceo scientifico da dicembre saranno utilizzate per la didattica dell’Istituto Comprensivo di Atripalda. L’Amministrazione del sindaco Spagnuolo attraverso un avviso pubblico è riuscita a reperire la disponibilità di un nuovo immobile da destinare ad aule didattiche e laboratori. L’immobile sarà affittato per l’allocazione temporanea «di attività scolastiche in relazione alle necessità correlate all’emergenza sanitaria in atto e alla realizzazione di interventi di ristrutturazione sugli edifici scolastici esistenti».
Il finanziamento ottenuto dal Ministero dell’Istruzione per l’affitto dell’immobile è stimato in 77.220,00 euro oltre a 28.260,00 euro per spese di conduzione degli spazi in affitto e di relativo adattamento alle esigenze didattiche.
A rispondere all’avviso pubblico di Palazzo di città erano stati in tre ma ben due domande di partecipazione sono state scartate.
«A fine agosto c’era stata questa possibilità per i comuni di richiedere dei finanziamenti per il fitto di immobili da destinare o adeguare ad uso scolastico per l’anno 2020.21 per fronteggiare l’emergenza Covid – illustra il sindaco Giuseppe Spagnuolo -. Abbiamo subito fatto richiesta e siamo rientrati tra i comuni che hanno avuto assegnate le risorse. Così ci siamo attivati per capire se c’era una disponibilità di privati sul territorio comunale per dare in fitto immobili che potessero essere destinati a questa finalità. Alla luce delle proposte che ci sono arrivate soltanto una ha i requisiti minimi per poter essere destinata a spazi didattici».
Si tratta dei locali messi a disposizione dal “Poliambulatorio Ma.Re. S.r.l”, in via Appia, al numero 113, al primo piano di un grande palazzo in passato adibiti per ospitare le aule del liceo scientifico “De Caprariis” prima del trasferimento nella nuova sede realizzata dopo il passaggio a livello dalla provincia di Avellino. Locali che si legge nella determina di approvazione dello schema del contratto «posseggono i requisiti per essere adibiti ad attività didattiche, fermo restando la esecuzione delle necessarie opere di adeguamento».
L’intesa raggiunta dal Comune del Sabato con il privato consente di reperire nuovi spazi da adibire ad aule scongiurando così i doppi turni all’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi”, che tante polemiche avevano suscitato ad avvio anno scolastico con la protesta dei genitori degli alunni dei bambini della Primaria e della Medi, doppi turni poi rientrati.
«Abbiamo trovato l’intesa con i proprietari di questo immobile e abbiamo definito anche la contrattualistica di locazione fino al 30 giungo salvo rinnovo qualora dovesse continuare per l’emergenza Covid – prosegue il primo cittadino -. Si tratta di una parte dei locali che hanno ospitato molti decenni fa il liceo scientifico. Non è proprio tutto il liceo ma solo una parte che finora non era ancora locata. Non è molto grande ma è funzionale alle nostre esigenze. Bisognerà fare dei lavori di adeguamento, anche questi a carico del Ministero dell’Istruzione, perché le norme sono cambiate da allora. Necessita il rifacimento dei servizi igienici e la messa in sicurezza degli impianti e degli infissi. Tutto sommato si potrà ricavare un’unità funzionale di quattro aule compresi i servizi oltre ad un’aula da destinare a sala dei professori. Quindi riusciamo ad ottenere un gruppo completo da destinare a quattro aule. Avendo avuto la possibilità di questo finanziamento c’è sembrato opportuno, a garanzia dell’anno scolastico, di assicurarci questa disponibilità che ci sarà dal mese di dicembre. In questo momento non c’è un’emergenza aule in città anche alla luce dei provvedimenti assunti prima della chiusura delle scuole da parte della Regione che ci hanno consentito di sopprimere i turni pomeridiani. I lavori che si stanno eseguendo nell’ex auditorium della scuola media Masi di via Pianodardine saranno sufficienti per consentire il turno unico mattutino. Ma siccome la situazione è in continua evoluzione acquisire un’ulteriore disponibilità c’è sembrata utile anche perché nel mese di dicembre dovrebbero partire anche i lavori alla scuola dell’Infanzia Pascoli e quindi in ogni caso, a fronte di un’ulteriore esigenza per gli spazi della Pascoli, con l’emergenza Covid sarà difficile ricavarli nelle altre scuole cittadine. Una disponibilità di aule su via Appia, locali che storicamente in passato sono già stati utilizzati come scuola. Tutti un po’ ce la ricordiamo infatti come liceo scientifico».
Spagnuolo non si sbilancia invece su quali classi utilizzeranno i nuovi locali: «questo lo decideremo prima di eseguire i lavori di adeguamento. Abbiamo un po’ di tempo per decidere, l’importante era acquisire tale disponibilità di nuovi locali. Ad oggi noi avremmo già risolto il problema dei doppi turni ma da dicembre avremo il problema di trovare gli spazi provvisori per il periodo dei lavori della Pascoli di contrada Spagnola e quindi anche come dimensioni sono sufficienti per ospitare quattro aule che non avremo più a contrada Spagnola».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *