alpadesa
  
Flash news:   Francesca Aquino in una lettera racconta le difficoltà per la pandemia dopo l’apertura di un negozio ad Atripalda: «non rinuncio al sogno di fare l’imprenditrice» Spaccia di droga: 40enne di Atripalda dai domiciliari al carcere Tributi non pagati, il Comune di Atripalda si affida per la riscossione coattiva delle entrate tributarie e patrimoniali alla ditta esterna “Gamma Tributi Srl” Autovelox, il comune di Atripalda incassa nuove sconfitte dinanzi al Giudice di Pace di Avellino “25 novembre – giornata mondiale contro la violenza di genere”, l’appello dei Carabinieri: “trovare sempre il coraggio di denunciare” Coronavirus, 206 positivi riscontrati ad oggi ad Atripalda: comunicazione del sindaco Atripalda, scuole chiuse fino al 29 novembre: ecco l’ordinanza del sindaco Verifica e salvaguardia degli equilibri di Bilancio 2020.2022, lunedì 30 novembre torna il Consiglio comunale ad Atripalda Coronavirus, aggiornamento Asl: 148 i positivi in Irpinia, 5 a Atripalda Coronavirus: Atripalda piange la morte di Michele, volontario tra le macerie de L’Aquila

Allarme al Distretto Sanitario di Atripalda: accertata la positività al Covid-19 di alcuni operatori sanitari e non nell’area materno infantile. Al via i tamponi e sanificati gli ambulatori

Pubblicato in data: 31/10/2020 alle ore:10:02 • Categoria: Attualità

Paura al Distretto Sanitario di Atripalda dopo che è stata accertata la positività al Covid-19 di alcuni operatori sanitari e non. L’Asl di Avellino ha proceduto a sanificare e igienizzare i locali. Sottoposti a tampone il personale sanitario e non degli ambulatori del distretto di via Manfredi.
Nel frattempo sono partiti tutti gli accertamenti delle autorità sanitarie, con l’obiettivo di individuare i contatti, con il tracciamento, ai fini dell’isolamento fiduciario e per sottoporli ad eventuale tampone. Una situazione che sta destando non poca preoccupazione tra gli utenti e i pazienti che frequentano il presidio sanitario atripaldese e che provengono anche dai comuni dell’hinterland.
Ad essere colpita l’area materna infantile dove si svolge la vaccinazione antinfluenzale per bambini. L’Asl di Avellino nei mesi scorsi ha declinato la disponibilità avanzata dai pediatri irpini di effettuare la vaccinazione presso i propri studi, ritenendo di poter provvedere da sé presso le proprie strutture e con il proprio personale.
L’Azienda Sanitaria Locale, dopo i contagi registrati nei giorni scorsi, ha disposto la sospensione dell’attività di vaccinazione nel distretto atripaldese. In apprensione anche numerose mamme che si sono recate presso gli uffici sanitari di via Manfredi nei giorni scorsi per effettuare il vaccino ai propri figli.
Intanto ieri si sono registrati altri cinque contagiati in città, comunicati nel consueto bollettino quotidiano diramato dall’Asl irpina che fa salire a 36 il numero di positivi nella cittadina del Sabato.
Il sindaco Giuseppe Spagnuolo, con un messaggio alla città l’altra sera ha provato a tranquillizzare gli atripaldesi evindenziando che la maggior parte è asintomatica: «Informiamo la cittadinanza circa il totale dei casi di positività al Covid-19 comunicati sino ad oggi dall’Asl competente ad accertare i positivi e a ricostruire la filiera dei contatti. Si rassicura la popolazione che la buona parte dei positivi al Covid-19 sul nostro territorio non presenta sintomi ed è in discrete condizioni di salute. Nell’attesa che l’Asl comunichi gli esiti di altri tamponi, effettuati nei giorni scorsi presso laboratori privati accreditati, si invita la cittadinanza ad osservare le norme e le precauzioni disposte per il contenimento della diffusione del Covid -19. Raccomandiamo pertanto massima prudenza e preghiamo la cittadinanza di voler continuare a informarsi esclusivamente attraverso le comunicazioni ufficiali».
Il primo cittadino è in campo unitamente al Centro operativo comunale : «sostanzialmente non abbiamo mai chiuso. Stiamo rimettendo a regime delle attività di assistenza che già avevamo messo in piedi nella prima fase acuta e che non avevamo mai interrotto. Stiamo contattando e monitorando le persone positive, in quarantena che non possono allontanarsi dal domicilio e che hanno bisogno di assistenza e di commissioni da svolgere unitamente con la Protezione civile e la Misericordia. Ci sono dei numeri a cui telefonare, che sono sempre attivi. Stiamo guardando agli scenari più gravosi, come quelli della chiusura di molte attività lavorative e alla riduzione drastica degli spostamenti e in questo caso si dovrà implementare questo servizio per molte altre persone. Siamo pronti a seguire le evoluzioni e le disposizioni più restrittive sia nazionali che regionali di cui siamo un anello della catena».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *