alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, un nuovo contagiato ad Atripalda Biblioteca comunale ancora chiusa, “Idea Atripalda” incalza l’Amministrazione Spagnuolo Caccia ai contribuenti morosi di Imu, Tari e altre tasse comunali ad Atripalda Manutenzione stradale e parcheggio via Gramsci, sbloccati i fondi dalla Giunta Spagnuolo Arriva la proroga ad Atripalda per la presentazione della domanda per l’accesso ai voucher alimentari Sorveglianza rafforzata: il prefetto Spena blinda Atripalda e Solofra dopo gli attentati intimidatori con le bombe carta Coronavirus, da lunedì 18 gennaio in presenza anche la terza classe della Primaria Attentato intimidatorio, pressing sul sindaco delle opposizioni. Landi: ”il tavolo in Prefettura doveva chiederlo lui” Bomba carta in città, Idea Atripalda: “cultura e comunicazione come antidoto alle violenze” Molestie al prete di Atripalda: condannati gli autori

Parte il Piano di Gestione forestale per rilanciare e valorizzare il Parco San Gregorio ad Atripalda: al via il censimento degli alberi

Pubblicato in data: 17/11/2020 alle ore:08:58 • Categoria: Attualità, Comune

Parte il Piano di Gestione forestale per rilanciare e valorizzare il Parco San Gregorio ad Atripalda. Ha preso il via nei giorni scorsi il censimento degli alberi dell’ex pineta Sessa dopo l’approvazione del documento che punta a rilanciare il grande polmone verde che sovrasta la cittadina del Sabato. Una ditta specializzata dovrà procede all’analisi dell’intero parco boschivo. Un parco pubblico noto anche con l’antico toponimo di Pineta Sessa, dal nome della famiglia che ne detenne la proprietà fino ai primi anni ’90, quando l’intera superficie verde fu poi acquisita a patrimonio comunale della città.
«Si sta dando seguito a quanto è previsto nel Piano di gestione forestale per la messa in sicurezza e valorizzazione del parco – illustra il consigliere di maggioranza delegato all’Ambiente, Costantino Pesca –. Si sta procedendo ad un’analisi complessiva del patrimonio arboreo per procedere successivamente all’abbattimento degli alberi pericolanti in seguito alla verifica dell’agronomo».
Palazzo di città ha pubblicato sull’albo pretorio la determina con la quale si procede all’affidamento dell’incarico di progetto dei taglio nella sezione forestale n.1. Il compenso professionale posto alla base della negoziazione per la prestazione professionale è pari a 3.500,00 euro, comprensivo di spese e al netto di Iva e cassa e che la spesa troverà copertura dai proventi della vendita del lotto forestale.
Il Piano di gestione Forestale, approvato con decreto dirigenziale della Regione Campania nel gennaio scorso, è un documento tecnico a validità pluriennale (10 anni) con il quale vengono definiti gli obiettivi che si vogliono perseguire nel medio periodo. E’ stato redatto secondo quanto previsto dal nuovo Regolamento Regionale Forestale.
L’area a verde di parco San Gregorio è costituita prevalentemente da conifere (Pini, cipressi, cedri e altro) in una fase di senescenza. La diretta conseguenza di tale invecchiamento e le instabilità a cui tali esemplari vanno incontro, questo perché essendo specie alloctone tipiche del Nord-Europa mal si adattano alle condizioni pedo-climatiche. Infatti all’interno del Parco si possono osservare numerosi esemplari secchi, numerose specie attaccate da parassiti, senza considerare che le conifere sono piante potenzialmente infiammabili proprio per le loro caratteristiche (produzione di resina). Con il piano si andrà a favorire all’interno del Parco lo sviluppo e la colonizzazione delle specie autoctone (querce, castagni, carpini). Per raggiungere tali obiettivi verrà eseguito un taglio selettivo, ad opera di un agronomo specializzato, a carico delle conifere. Da questo intervento di taglio, inoltre il Comune, potrà attraverso la vendita del materiale legnoso incassare dei soldi reinvestendoli sul Parco per aumentarne la fruibilità dello stesso.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *