alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, risale il contagio: 194 i positivi in Irpinia, 1 ad Atripalda. Ecco il bollettino dell’Asl Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, sopralluogo e richieste di autorizzazione per i due progetti di riqualificazione e di risanamento idrogeologico ad Atripalda. Foto Addio a Diego Armando Maradona, il mondo piange l’ex Pibe de Oro Coronavirus, altri 3 contagiati ad Atripalda e 61 nuovi positivi in Irpinia Francesca Aquino in una lettera racconta le difficoltà per la pandemia dopo l’apertura di un negozio ad Atripalda: «non rinuncio al sogno di fare l’imprenditrice» Spaccia di droga: 40enne di Atripalda dai domiciliari al carcere Tributi non pagati, il Comune di Atripalda si affida per la riscossione coattiva delle entrate tributarie e patrimoniali alla ditta esterna “Gamma Tributi Srl” Autovelox, il comune di Atripalda incassa nuove sconfitte dinanzi al Giudice di Pace di Avellino “25 novembre – giornata mondiale contro la violenza di genere”, l’appello dei Carabinieri: “trovare sempre il coraggio di denunciare” Coronavirus, 206 positivi riscontrati ad oggi ad Atripalda: comunicazione del sindaco

“94 secondi di terrore – Atripalda 23/11/1980”: il video di quei momenti a quarant’anni dalla tragedia che scosse l’Irpinia. VIDEO

Pubblicato in data: 22/11/2020 alle ore:19:25 • Categoria: Attualità

“94 secondi di terrore – Atripalda 23/11/1980”. È il Video-documentario delle ore successive al sisma che scosse l’Irpinia ed Atripalda, realizzato da Lello Barbarisi con le immagini provenienti dall’archivio fotografico di Amato De Napoli.

“Il documentario vuole significare ciò che eravamo e ciò che è accaduto e dal quale siamo ripartiti – spiega Lello Barbarisi -. Nel nostro Dna c’è una grande capacità di reazione e proprio questa che dobbiamo aiutare a tirare fuori ai nostri figli in questo momento altrettanto particolare. Ai nati dopo perchè possano comprendere la sofferenza patita e dalla quale siamo rinati. Abbiamo perso il cuore della Città, ma se ci può essere di consolazione oggi abbiamo una città più moderna e con più servizi. Aiutiamola tutti insieme a crescere”.

    
Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *