alpadesa
  
Flash news:   Idea Atripalda raccoglie proposte e segnalazioni per migliorare la Città Gestione del personale a Palazzo di città, il gruppo consiliare d’opposizione Noi Atripalda all’attacco. Fabiola Scioscia: “incompetenza e superficialità” Domenico Airoma a capo della procura della Repubblica di Avellino Riapertura scuole in Campania, il Tar ordina: Primaria in classe da domani Stufa a Gpl prende fuoco ad Atripalda, i Vigili del fuoco evitano il peggio Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, la Giunta Spagnuolo fissa gli impegni di spesa per i due progetti di riqualificazione e risanamento idrogeologico ad Atripalda Coronavirus, un nuovo contagiato ad Atripalda Il derby campano con la Cavese è dei lupi Biblioteca comunale ancora chiusa, “Idea Atripalda” incalza l’Amministrazione Spagnuolo Caccia ai contribuenti morosi di Imu, Tari e altre tasse comunali ad Atripalda

L’ex sindaco Andrea De Vinco propone la cittadinanza onoraria per l’immunologo americano Anthony Fauci di origini atripaldesi

Pubblicato in data: 29/11/2020 alle ore:11:32 • Categoria: Attualità

«L’immunologo statunitense Anthony Fauci è motivo di orgoglio per tutti noi. A ciò si unisce la gratitudine per quest’azione di contrasto al Covid-19 che sta portando avanti da mesi in America tanto da ricevere i riconoscimenti più importanti da tutto il mondo».
Cittadinanza onoraria per il famoso immunologo di origini meridionali. A proporla è l’ex sindaco della cittadina del Sabato Andrea De Vinco che inviterà il primo cittadino Giuseppe Spagnuolo a valutare la proposta e a concordarla con il Consiglio comunale come riconoscimento per le sue origini atripaldesi e l’impegno profuso: «il nonno materno di Anthony Fauci era nato ad Atripalda, ho verificato questo fatto dagli atti in possesso del Comune di Atripalda.  Dall’estratto dell’atto di nascita infatti risulta che il nonno, Giovanni Abys erano nato ad Atripalda il 28 ottobre del 1876 nella casa posta in via Ponte di Ferro al numero 2, da Maria Cristina Caruso gentildonna e moglie di Roberto Abys, contabile e residente in questo comune».
Anthony Stephen Fauci, nato a New York il 24 dicembre 1940, ha fornito contributi fondamentali nel campo della ricerca sull’Aids e altre immunodeficienze, sia come scienziato che come capo del National Institute of Allergy and Infectious Diseases. Fauci è membro della National Academy of Science, della American Academy of Arts and Sciences, dello Institute of Medicine (membro del concilio), della American Philosophical Society e della Accademia Reale Danese di Scienze e Lettere, così come di molte altre associazioni professionali, tra cui il Collegio di Medici Americano, la American Society for Clinical Investigation, la Association of American Physicians, la Infectious Diseases Society of America, la American Association of Immunologists e la American Academy of Allergy Asthma and Immunology. Con lo scoppio della pandemia di Covid-19, Fauci è divenuto uno dei volti più importanti nella lotta al virus Sars-CoV-2, tanto da essere stato chiamato, dal presidente uscente Donald Trump, a far parte della task force dedicata ad affrontare l’emergenza. In tale veste, ha spesso contraddetto o rettificato affermazioni pronunciate dal presidente durante la gestione della crisi sanitaria.
«In qualità di amministratore del Comune nel 1988 il Consiglio comunale di Atripalda conferì la cittadinanza onoraria al senatore italo americano Peter Rodino, una delle personalità più in vista del panorama politico in America tanto da essere indicato quale vice presidente degli Usa, carica che non accettò – conclude De Vinco -. Divenuto famoso come presidente del Comitato giudiziario della Camera, la commissione che inquisì sullo scandalo Watergate mettendo sotto accusa Richard Nixon. Quando venne ad Atripalda, invitato dal Consiglio comunale, per il conferimento della cittadinanza onoraria, lui commosso disse testualmente che quando stava per apporre la firma all’impeachment dell’uomo più potente del mondo si ricordò che suo padre era di Atripalda e proveniva da questo piccolo paese dell’Irpinia. Successivamente gli abbiamo dedicato anche una strada in città. Perciò oggi penso che sia giusto che il Consiglio comunale valuti di conferire la cittadinanza onoraria a Fauci, in un’intervista a Il Mattino ha raccontato pochi mesi di aver visitato più volte l’Italia con grande emozione, sottolineando con fierezza e orgoglio le sue origini meridionali».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *