alpadesa
  
Flash news:   Idea Atripalda raccoglie proposte e segnalazioni per migliorare la Città Gestione del personale a Palazzo di città, il gruppo consiliare d’opposizione Noi Atripalda all’attacco. Fabiola Scioscia: “incompetenza e superficialità” Domenico Airoma a capo della procura della Repubblica di Avellino Riapertura scuole in Campania, il Tar ordina: Primaria in classe da domani Stufa a Gpl prende fuoco ad Atripalda, i Vigili del fuoco evitano il peggio Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, la Giunta Spagnuolo fissa gli impegni di spesa per i due progetti di riqualificazione e risanamento idrogeologico ad Atripalda Coronavirus, un nuovo contagiato ad Atripalda Il derby campano con la Cavese è dei lupi Biblioteca comunale ancora chiusa, “Idea Atripalda” incalza l’Amministrazione Spagnuolo Caccia ai contribuenti morosi di Imu, Tari e altre tasse comunali ad Atripalda

L’opposizione solleva una pregiudiziale sui ritardi nella messa a disposizione degli atti consiliari e salta l’assise comunale ad Atripalda. Foto

Pubblicato in data: 1/12/2020 alle ore:11:16 • Categoria: Attualità, Politica

L’opposizione solleva una pregiudiziale sui ritardi nella messa a disposizione degli atti consiliari per la Verifica e la salvaguardia degli equilibri di Bilancio per il triennio 2020.2022 con il Dup e salta l’assise comunale ad Atripalda. Dura meno di mezz’ora, tra ritardi nell’avvio di seduta e sospensione dei lavori, il parlamentino cittadino convocato ieri sera dal sindaco Giuseppe Spagnuolo in prima convocazione per la discussione di Variazione e di Assestamento al Bilancio di Previsione 2020/2022; Riconoscimento debiti fuori bilancio; Verifica salvaguardia degli equilibri di bilancio 2020.2022; Documento Unico Di Programmazione (DUP) 2021.2023; Determinazione ed approvazione del piano economico finanziario del servizio rifiuti (PEF) per i1 2020.
Riesce solo al gruppo Pd, nato in seno alla maggioranza, e composto dai consiglieri Nancy Palladino, Salvatore Antonacci e Costantino Pesca comunicare ad avvio di seduta la designazione quale proprio capogruppo di Antonacci. Un distinguo con la maggioranza che ha già un proprio portavoce in aula nella figura di Massimiliano del Mauro.

E proprio prima che l’aula affronti il primo punto che chiede la parola l’ex sindaco Paolo Spagnuolo per sollevare una pregiudiziale sulla convocazione. Il capogruppo di “Noi Atripalda” contesta all’Amministrazione i ritardi nella messa a disposizione degli atti consiliari: «oggi scade il termine per l’approvazione della salvaguardia degli equilibri di bilancio e l’Amministrazione ci convoca nell’ultimo giorno utile. Lo fa mettendoci a disposizione gli atti del consiglio venerdì, solo due giorni liberi prima del Consiglio. Ma gli atti erano incompleti perché il parere del revisore dei conti è stato depositato poi sabato. Un parare importante sul Dup e sulla Salvaguardia degli equilibri che viene conferito sabato scorso. Solo per cortesia del segretario comunale ho ricevuto via mail i pareri, ma non siamo nel rispetto del regolamento. E’ mai possibile che gli atti vengano trasmessi in ritardo? C’è una vera e propria negligenza».
Da qui la pregiudiziale che spinge il sindaco a chiedere una sospensione dei lavori. Il sindaco si riunisce con il gruppo di maggioranza e il segretario comunale Beniamino Iorio per decidere il da farsi, Più in là il gruppo Pd con Antonacci, Palladino e Pesca a voler rimarcare quasi un distinguo   e dall’altra parte il gruppo di minoranza.
Alla ripresa dei lavori il sindaco, nel prendere la parola, chiede alla minoranza di voler ritirare la pregiudiziale ripercorrendo tutto l’iter: «venerdì era un giorno utile al deposito degli atti in tempo per il consiglio comunale di questa sera che si tiene di lunedì, rispettando ampiamente le 24 ore che è la previsione minima di legge che è quella del regolamento comunale. Voi (rivolgendosi all’opposizione ndr.) avete avuto la documentazione da poter visionare venerdì scorso e questo è un dato di fatto. Sappiamo tutti che la documentazione è stata integrata sabato mattina con i pareri del revisore dei conti che vi sono stati immediatamente trasmessi via telematica per potervi mettere in condizione di avere tutta la documentazione. Pareri del revisore che non sono quelli per il Bilancio previsionale e il rendiconto, rispetto ai quali vi è un approfondimento anche da fare rispetto a quello che dice il revisore. Questi pareri si concludono con un parere favorevole sui punti all’ordine del giorno. Non c’è qualcosa di pregiudizievole perciò riteniamo che i consiglieri avevano tutti i documenti per potersi esprimere».
Ma l’opposizione appare inamovibile e l’ex sindaco respinge la richiesta di ritiro della pregiudiziale sollevata: «non ritiriamo la pregiudiziale perché sarebbe ostativa alle deliberazioni e alle successive azioni che potremmo intraprendere. Il parere del revisore è arrivato in ritardo come il deposito dei documenti. Non puoi dirci sindaco è arrivato un po’ in ritardo, perché o arriva in ritardo oppure nei termini. Visto che voi avete fatto anche della trasparenza, della linearità di gestione motivo di campagna elettorale, penso sinceramente che ci sia un po’ di approssimazione per essere clementi» tuona in aula Paolo Spagnuolo
Al sindaco Spagnuolo non resta che mettere ai voti l’accoglimento della pregiudiziale e il rinvio della seduta, approvati all’unanimità dall’aula.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *