alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, un nuovo contagiato ad Atripalda Biblioteca comunale ancora chiusa, “Idea Atripalda” incalza l’Amministrazione Spagnuolo Caccia ai contribuenti morosi di Imu, Tari e altre tasse comunali ad Atripalda Manutenzione stradale e parcheggio via Gramsci, sbloccati i fondi dalla Giunta Spagnuolo Arriva la proroga ad Atripalda per la presentazione della domanda per l’accesso ai voucher alimentari Sorveglianza rafforzata: il prefetto Spena blinda Atripalda e Solofra dopo gli attentati intimidatori con le bombe carta Coronavirus, da lunedì 18 gennaio in presenza anche la terza classe della Primaria Attentato intimidatorio, pressing sul sindaco delle opposizioni. Landi: ”il tavolo in Prefettura doveva chiederlo lui” Bomba carta in città, Idea Atripalda: “cultura e comunicazione come antidoto alle violenze” Molestie al prete di Atripalda: condannati gli autori

Consiglio comunale saltato, il gruppo d’opposizione “Noi Atripalda” attacca: «Amministrazione negligente, superficiale e incapace»

Pubblicato in data: 3/12/2020 alle ore:11:44 • Categoria: Attualità, Politica

Il Consiglio Comunale dello scorso 30 novembre ha manifestato in maniera evidente l’approssimazione con cui questa Amministrazione “guida” la Città. Sino ad oggi nessun documento contabile (bilancio di previsione, rendiconto etc) é stato approvato nei termini di legge ma il 30 novembre si é raggiunto l’apice della negligenza, della superficialità ed incapacità degli attuali amministratori. Nostro malgrado siamo abituati allo stato di degrado della Città, alla mancanza di iniziativa culturali e promozionali, alla previsione dei sensi unici (vedi in prossimità della scuola Masi in via Manfredi-San Lorenzo) poi revocati per protesta dei cittadini, ai bizzarri piani di viabilità (vedi prossimità del Centro per Anziani) poi revocati per protesta, alla gestione dell’emergenza sanitaria (comunicazioni inesistenti da parte del Sindaco quale Autorità Sanitaria Locale) ed economica (distribuzione dei sussidi e delle prebende in ritardo in modo confuso e senza condividere i criteri adottati per la distribuzione e soprattutto senza tener conto delle reali esigenze della Comunità) legate all’emergenza Covid 19.
Tuttavia mai avremmo immaginato che l’amministrazione, proprio a causa della detta negligenza, mancanza di diligenza ed incompetenza, avrebbe potuto ulteriormente paralizzare l’attività amministrativa impedendo di adempiere agli impegni di spesa per interventi e pagamenti ai fornitori ed alle utenze. Paralisi dovuta all’impossibilità di approvare la salvaguardia degli equilibri di bilancio per aver depositato gli atti del consiglio in violazione dei termini imposti dal regolamento comunale, nonostante l’amministrazione fosse ben consapevole dell’importanza e l’inderogabilità di tale appuntamento.
L’amministrazione riconoscendo la propria incompetenza ha addirittura votato all’unanimità la pregiudiziale proposta dal Nostro Gruppo relativa al deposito tardivo dei documenti. Come Noi anche i cittadini sono stanchi di questa mediocre gestione frutto del l’incapacità e del l’incompetenza che per fortuna si appresta a terminare tra poco più di un anno. È strano che in un momento così difficile, dovuto soprattutto all’emergenza epidemiologica, la maggioranza anziché compattarsi per la risoluzione delle problematiche urgenti ed indifferibili si divide costituendo gruppo consiliari a se stanti non ponendo attenzione su ciò che conta per le esigenze della Comunità commettendo errori plateali come quelli manifestati nel Consiglio del 30 novembre.

NOI ATRIPALDA
Maria Picariello
Fabiola Scioscia
Domenico Landi
Paolo Spagnuolo
Francesco Mazzariello

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *