domenica 25 luglio 2021
Flash news:   Coronavirus, torna il contagio ad Atripalda: un residente positivo Ripulita la fontana in piazza Umberto e rimesso in funzione l’impianto di irrigazione. Foto Taglio del nastro ieri sera del “Parco Elio Parziale”, il dottor Sabino Aquino: «uno spazio di aggregazione, oasi di divertimento e interazione». L’impegno del vicesindaco Anna Nazzaro:«Auspico entro l’anno di intitolare l’Istituto comprensivo a lui». Foto Il prefetto e la dirigente regionale della Protezione civile premiano i volontari. Spena: «in una comunità bisogna essere coesi e guardare ai più fragili». Foto Dolore e commozione nella chiesa madre di Atripalda ai funerali di Gennaro Marena. Foto Addio a Gennaro Marena, lettera del comitato festa San Sabino: “la città di Atripalda perde un pezzo della sua storia” Sabato i biancoverdi partiranno per il ritiro di Roccaraso «Parco Elio Parziale», stasera l’inaugurazione dell’area a verde dedicata al compianto direttore: sarà aperto alle associazioni. FOTO Coronavirus, il prefetto Spena ad Atripalda per la consegna di civiche benemerenze ai volontari impegnati nella pandemia Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda, dal primo settembre la nuova dirigente scolastica è Antonella Ambrosone

Gestione del personale a Palazzo di città, il gruppo consiliare d’opposizione Noi Atripalda all’attacco. Fabiola Scioscia: “incompetenza e superficialità”

Pubblicato in data: 21/1/2021 alle ore:13:50 • Categoria: Politica

«La gestione del personale rappresenta un altro esempio di incompetenza e superficialità operato dagli attuali amministratori. La macchina amministrativa è lenta, perché sottodimensionata, non organizzata e demotivata». Parte da qui il nuovo affondo del gruppo consiliare d’opposizione “Noi Atripalda”, guidato dall’ex sindaco Paolo Spagnuolo. A muovere le accuse all’operato dell’esecutivo questa volta è la consigliera comunale Fabiola Scioscia, già assessore al Personale di Palazzo di città che interviene sulla gestione dei dipendenti comunali.

Scioscia denuncia alcune “inadempienze” da parte del primo cittadino che secondo la consigliera d’opposizione starebbero paralizzando la macchina amministrativa: «Il sindaco non ha ancora nominato i responsabili di Settore per il 2021. Si tratta di una gravissima mancanza che sta paralizzando l’azione amministrativa, poiché di fatto non possono essere sottoscritte e pubblicate determine, non possono essere dati i pareri sulle delibere di giunta, né pagate le turnazioni ai dipendenti che ne hanno diritto».
Altra questione sollevata dall’ex assessore riguarda il salario accessorio: «I dipendenti comunali non hanno ricevuto il salario accessorio, visto che la relativa determina non è stata adottata entro il 31 dicembre scorso». Altra nota dolente secondo “Noi Atripalda” è il mancato via libera al piano per le Progressioni Economiche Orizzontali: «La Peo, nonostante le diffide sindacali – scrive Scioscia – e un’ipotesi concordata in commissione decentrata, non è stata approvata neppure per il 2020».  Sotto accusa finisce l’operato dell’assessore al Personale Stefania Urciuoli. Anche per il Piano Triennale del Fabbisogno di Personale (Ptfp) «il gruppo consiliare Noi Atripalda non a caso ha bocciato, prevedeva ben 5 assunzioni per il 2020. Nessuna effettuata. Tra le altre, erano previste due figure da adibire ad addetti alle manutenzioni. Operativo, infatti, in pianta organica è rimasto un solo operaio, che a dicembre andrà in pensione. Il risultato sono le transenne poste ovunque!!!». Proprio la minoranza più volte ha denunciato il ricorso all’utilizzo di transenne per far fronte a smottamenti lungo le strade. L’ex sindaco Paolo Spagnuolo infatti più volte ha criticato i ritardi negli interventi di messa in sicurezza delle strade: «Ci ritroviamo con il centro città costernato di transenne, perché la messa in sicurezza ad Atripalda per l’Amministrazione si chiama transennamento. Questo significa: mettiamo transenne a gogo come messa in sicurezza. Nelle periferie, pensiamo a Contrada Cerza Grande o Contrada Fellitto, il problema è ancora più grave perché non si tratta di buche dove è possibile ovviare con le famose transenne come messa in sicurezza. Bisogna invece fare degli interventi più strutturali»
Questioni irrisolte secondo Fabiola Scioscia: «Questa Amministrazione dimostra ancora una volta superficialità su argomenti importantissimi – conclude la nota -. Ed intanto i cittadini attendono risposte dagli uffici».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *