domenica 23 gennaio 2022
Flash news:   Pnrr, il Consorzio A5 di Atripalda lancia la campagna di ascolto del territorio “Cantiere Idee“ In Irpinia positive al Covid 542 persone: 15 residenti nel comune di Atripalda Passaggio a livello di via Appia: riunione tra Comune, Rfi e Regione Campania. Spagnuolo: “scelta la nostra proposta, sarà realizzato un ponte sopraelevato” Soppressione passaggio a livello di via Appia, Petracca: “risultato concreto, cosi siamo al fianco dei territori” Covid-19 nuovo aggiornamento, 513 positivi in Irpinia: 18 residenti nel comune di Atripalda Spagnuolo: «l’ex sindaco lasciò in regalo alla città un Comune sull’orlo del dissesto» Addio al professore Sabino Di Paolo, dolore in città Assunzioni al Comune di Atripalda, l’affondo di Paolo Spagnuolo: «solo annunci roboanti» Covid 19, 563 contagi in Irpinia: 11 residenti nel comune di Atripalda Verso le amministrative ad Atripalda, il Comitato Abc candida a sindaco Nunzia Battista: «la città sta degradando, vogliamo dare un’opportunità alle nuove generazioni»

Estorsione ai danni di un bar di Atripalda, rinvio a giudizio per un 28enne del luogo

Pubblicato in data: 23/1/2021 alle ore:08:03 • Categoria: Cronaca

Estorce consumazioni gratis ai danni di un bar di Atripalda, rinvio a giudizio per un 28enne del luogo. Si è tenuta l’udienza preliminare, dinanzi al Gup del Tribunale di Avellino, dottor Paolo Cassano, per discutere la richiesta di rinvio a giudizio a carico di un 28enne accusato di estorsione continuata ai danni del titolare di un bar della cittadina del Sabato.
Il giovane imputato, assistito dai legali di fiducia Gerardo De Vinco e Sabino Rotondi, la notte del 5 dicembre 2019, secondo l’accusa, rappresentata dal Pubblico Ministero dottoressa Cecilia Annecchini, si recò all’interno del locale già in stato di alterazione psicofisica e dopo un’accesa discussione con un dipendente cominciò ad andare in escandescenza. Successivamente spinse a terra un cliente, mandò in frantumi la vetrinetta posizionata sul bancone e lanciò oggetti in direzione del barista, pretendendo consumazioni alcoliche senza pagare. Sul posto intervennero i Carabinieri di Aiello del Sabato che riuscirono a calmare il giovane. In udienza, il titolare del bar si è costituito parte civile, chiedendo il risarcimento dei danni subiti. Nella querela il commerciante ha dichiarato che in più di una occasione il 28enne si era rivolto con modi violenti nei suoi confronti per ottenere alcolici senza pagare, minacciando di sfasciare tutto il locale. Al termine della discussione i difensori dell’imputato hanno depositato una memoria difensiva chiedendo la derubricazione del reato di estorsione in quello meno grave di insolvenza fraudolenta, ma il Gup dottor Cassano ha deciso per il rinvio a giudizio del giovane. Il processo è fissato per il prossimo 6 aprile dinanzi al Giudice del Tribunale Monocratico di Avellino, dottor Lezzi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *