sabato 23 ottobre 2021
Flash news:   Il Comune impegna 270mila euro per riqualificare piazzetta Padre Pio e il parcheggio pubblico di via Gramsci ad Atripalda Covid 19, due nuovi contagi ad Atripalda La Giunta estende il servizio mensa ad una sezione della Primaria della “De Amicis-Masi” di Atripalda Detenzione abusiva di armi: assolti quattro atripaldesi Il sindaco Giuseppe Spagnuolo si avvicina al Pd: «guardo con interesse a questa fase di ripartenza e ricostruzione dei Dem. La tradizione popolare è confluita quasi totalmente lì» Il Tribunale di Avellino ha assolto l’assessore Stefania Urciuoli Ciclo escursionismo, dalla verde Irpinia all’azzurro del mare della litoranea salentina Successo per il concerto della pianista atripaldese Antonella De Vinco a Sofia Plesso scolastico Nicola Adamo di Atripalda: disposte nuove analisi geologiche Scattano da domani i divieti di sosta in piazzetta Pergola e in via Aversa ad Atripalda

Furti nei garages di via San Giacomo e altre zone di Atripalda: al via il processo

Pubblicato in data: 25/1/2021 alle ore:18:42 • Categoria: Cronaca

Due napoletani residenti a Casalnuovo di Napoli furono arrestati dopo numerosi furti avvenuti ad Atripalda in garages e cantine tra il novembre 2016 e marzo 2019. Giovedì scorso è iniziato il processo a loro carico dinanzi al Tribunale Penale di Avellino nella persona del giudice, dottoressa Cozzino. I due napoletani, un uomo e una donna conviventi, sono accusati di furto aggravato per aver forzato con violenza le saracinesche di numerosi box di via San Giacomo, via Belli, via Pianodardine per sottrarre utensili, merce alimentare, biciclette e un’automobile. La coppia era ricercata da cinque anni in tutto l’hinterland avellinese per aver commesso altri furti simili in altri garages a Mercogliano, Monteforte Irpino, Aiello del Sabato e Cesinali. I colpi si verificavano di notte e la refurtiva veniva occultata all’interno di un furgone per poi essere rivenduta al mercato nero.

In udienza erano presenti alcune delle 17 persone offese, vittime dei furti. Una donna di Atripalda residente in via san Giacomo, che nel marzo 2019 fu derubata di una bici e di altri oggetti personali, assistita dai suoi legali di fiducia G. De Vinco e S. Rotondi ha deciso di costituirsi parte civile per chiedere il risarcimento del danno. Il difensore della coppia napoletana ha preannunciato di voler patteggiare la pena. Prossima udienza fissata il 27 aprile.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *