Flash news:   Straripamento al Ponte delle Filande, l’Amministrazione Spagnuolo: “Mai visti mezzi in azione il giorno stesso dell’esondazione”. Foto Notte di San Lorenzo al parco archeologico di Abellinum Maltempo, straripa il Fenestrelle all’altezza del Ponte delle Filande: contrada Fellitto allagata e strada chiusa L’Amministrazione punta ad aggiornare l’albo delle associazioni presenti in città La Mantide della Brianza ha truffato anche un 71enne di Atripalda I volontari della Protezione civile di Atripalda in campo la domenica in piazza Umberto I come presidio di sicurezza: parla la delegata Maria Fasano Covid 19, due decessi al Moscati: morta una paziente di 80 anni di Atripalda Lavori di ricostruzione scuola media Masi, l’assessore Labate replica: “da Abc solo falsità” Ad Atripalda è “Baraonda”: l’Amministrazione ha presentato il cartellone degli eventi estivi Il team Eco Evolution Bike in ciclo tour dall’Irpinia alla penisola sorrentina

Furti nei garages di via San Giacomo e altre zone di Atripalda: al via il processo

Pubblicato in data: 25/1/2021 alle ore:18:42 • Categoria: Cronaca

Due napoletani residenti a Casalnuovo di Napoli furono arrestati dopo numerosi furti avvenuti ad Atripalda in garages e cantine tra il novembre 2016 e marzo 2019. Giovedì scorso è iniziato il processo a loro carico dinanzi al Tribunale Penale di Avellino nella persona del giudice, dottoressa Cozzino. I due napoletani, un uomo e una donna conviventi, sono accusati di furto aggravato per aver forzato con violenza le saracinesche di numerosi box di via San Giacomo, via Belli, via Pianodardine per sottrarre utensili, merce alimentare, biciclette e un’automobile. La coppia era ricercata da cinque anni in tutto l’hinterland avellinese per aver commesso altri furti simili in altri garages a Mercogliano, Monteforte Irpino, Aiello del Sabato e Cesinali. I colpi si verificavano di notte e la refurtiva veniva occultata all’interno di un furgone per poi essere rivenduta al mercato nero.

In udienza erano presenti alcune delle 17 persone offese, vittime dei furti. Una donna di Atripalda residente in via san Giacomo, che nel marzo 2019 fu derubata di una bici e di altri oggetti personali, assistita dai suoi legali di fiducia G. De Vinco e S. Rotondi ha deciso di costituirsi parte civile per chiedere il risarcimento del danno. Il difensore della coppia napoletana ha preannunciato di voler patteggiare la pena. Prossima udienza fissata il 27 aprile.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.