Flash news:   Coronavirus, sono 5 gli attuali positivi ad Atripalda “Estate…in ludoteca”, voucher comunali in regalo a trenta bambini: le domande scadono domani Black out elettrici: oggi nuova interruzione fino alle 18 e scoppia la protesta. Commercianti del centro pronti ad adire le vie legali Ripristino servizi urbani di trasporto nei giorni festivi sulla linea Atripalda-Avellino-Mercogliano, Prc: “vittoria dei cittadini, ora si potenzino le corse domenicali” Debito fuori bilancio per gli espropri del Centro Pmi, al via il pagamento della quarta rata Usura ed estorsione ad Atripalda, agli arresti domiciliari due persone di 50 e 32anni: prestavano denaro con interessi fino al 180% Inquinamento, linea dura del sindaco Spagnuolo: divieto di bruciare residui vegetali o altro materiale fino a settembre Open Day Pfizer dell’Asl di Avellino per martedì 22 giugno presso tutti i Centri Vaccinali irpini Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna” Fiori, piante e taglio erbacce per abbellire di Atripalda: la città riscopre il pollice verde. Foto

Sicurezza cittadina, a 3 settimane dalla bomba carta ad un esercizio commerciale nota di “Idea Atripalda”

Pubblicato in data: 26/1/2021 alle ore:15:18 • Categoria: Attualità
Passano le settimane, ma nulla è cambiato. Domenica saranno trascorse 3 settimane dall’esplosione della bomba carta che ha colpito un’attività cittadina.

L’episodio ha ravvivato il tema della sicurezza in città, ma solo per qualche giorno. Questo, sinceramente, ci preoccupa. L’attentato dovrebbe metterci in guardia aprendo una importante discussione sul futuro della città, poiché la politica ha soprattutto lo scopo di prevenire i problemi e non quello di inseguirli.

Ribadiamo la nostra posizione, richiedendo nuovamente una conferenza stampa in cui l’Amministrazione faccia il punto sulla questione della sicurezza cittadina, soprattutto alla luce dell’incontro con il Prefetto di Avellino avvenuto poche ore dopo l’esplosione. Inoltre, crediamo sia necessaria l’apertura di un dibattito con i commercianti per coordinarsi e collaborare per il bene della comunità, preservando le attività cittadine.

Infine, ci sembra altrettanto importante non sottovalutare l’unico antidoto alla violenza: la cultura. Da tempo richiamiamo l’attenzione sulla biblioteca e sulla villa, luoghi simbolo dell’abbandono di politiche dedicate alla cultura nella nostra città.

Non ci serve un nuovo attentato o il verificarsi di nuovi atti vandalici per intervenire sulla città. Ci serve la politica!

IDEA Atripalda

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *