domenica 25 luglio 2021
Flash news:   Coronavirus, torna il contagio ad Atripalda: un residente positivo Ripulita la fontana in piazza Umberto e rimesso in funzione l’impianto di irrigazione. Foto Taglio del nastro ieri sera del “Parco Elio Parziale”, il dottor Sabino Aquino: «uno spazio di aggregazione, oasi di divertimento e interazione». L’impegno del vicesindaco Anna Nazzaro:«Auspico entro l’anno di intitolare l’Istituto comprensivo a lui». Foto Il prefetto e la dirigente regionale della Protezione civile premiano i volontari. Spena: «in una comunità bisogna essere coesi e guardare ai più fragili». Foto Dolore e commozione nella chiesa madre di Atripalda ai funerali di Gennaro Marena. Foto Addio a Gennaro Marena, lettera del comitato festa San Sabino: “la città di Atripalda perde un pezzo della sua storia” Sabato i biancoverdi partiranno per il ritiro di Roccaraso «Parco Elio Parziale», stasera l’inaugurazione dell’area a verde dedicata al compianto direttore: sarà aperto alle associazioni. FOTO Coronavirus, il prefetto Spena ad Atripalda per la consegna di civiche benemerenze ai volontari impegnati nella pandemia Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda, dal primo settembre la nuova dirigente scolastica è Antonella Ambrosone

Fiume Sabato, al via lo step finale dell’intervento di rinaturalizzazione del corso d’acqua. Foto

Pubblicato in data: 13/2/2021 alle ore:10:15 • Categoria: Attualità

«Finalmente ripresi i lavori senza nessun ulteriore stop fino al completamento dell’opera». Con un post su Facebook corredato da foto, il delegato ai Lavori Pubblici, Salvatore Antonacci, ha annunciato l’altro giorno l’avvio, interrotto solo dal maltempo, dello step finale dei lavori commissionati dalla Provincia, con la copertura delle pareti in cemento che delimitano le due sponde con delle di pietre vive, lo spostamento delle ringhiere verso la zona creata per la passeggiata sul corso d’acqua con percorsi illuminati
Un intervento di sistemazione idraulica e riqualificazione ambientale messo in campo dall’Ente d Palazzo Caracciolo con un investimento pari a 4.538.695,53 euro che punta a rinaturalizzare il corso d’acqua tra terrazzamenti d’ingegneria naturalistica e passeggiate sul fiume, mettendolo in sicurezza da possibili esondazioni.
Lavori che nel corso degli anni sono proseguiti a singhiozzo registrando diversi lunghi stop. Ora si spera che sia la volta buona dopo i numerosi annunci seguiti poi da nuove sospensioni. L’intervento sta interessando il tratto lungo via Gramsci con l’ultimazione della passeggiata lungo fiume con una soletta a sbalzo in cemento.

Lungo il corso d’acqua, sempre nel tratto di via Gramsci, prosegue anche l’intervento di realizzazione della passerella pedonale. Dopo il posizionamento della struttura metallica che collega le due sponde, i lavori nelle prossime settimane  saranno incentrati sull’ultimazione del ponticello di tipo strallato, con sei cavi in acciaio e struttura portante in cemento armato largo 2,5 metri e lungo circa 10 metri che consentirà, una volta inaugurato, il transito ai pedoni e alle biciclette. E’ realizzato a spese di un privato, la ditta “L.R. Legno Srl” rappresentata dall’imprenditore Ugo Felice Antonio Rubicondo così come disciplinato dalla convenzione sottoscritta nel 2013 con Palazzo di città. Un intervento a firma dell’ingegnere Raffaele Petrosino e del geometra Enrico De Cunzo per un costo di circa 70mila euro. La struttura metallica consentirà un collegamento diretto tra via Roma e via Gramsci con la piazzetta di Vittorio Veneto dove c’è l’ingresso per la scuola elementare “De Amicis-Masi”. Un percorso pedonale molto importante che consentirà una diminuzione del flusso veicolare.
«La sua realizzazione si inquadra nel progetto che stiamo portando avanti della sistemazione delle città che passa attraverso la sistemazione del fiume Sabato che ha visto l’avvio dello step finale dei lavori commissionati dalla Provincia, con la copertura di pietre vive, lo spostamento delle ringhiere verso la zona creata per la passeggiata sul corso d’acqua con percorsi illuminati – conclude Antonacci -. Un’opera che riteniamo strategica che darà risposte alle esigenze dei cittadini anche per quanto riguarda la mobilità dei pedoni visto che collega due zone densamente abitate della città, via Gramsci con via Roma. E noi immaginiamo che ci saranno moltissimi vantaggi per l’accesso alla scuola e alla parte commerciale ma anche per l’utilizzo dei parcheggi di piazzetta padre Pio che saranno di qui a breve realizzati».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *