alpadesa
  
domenica 18 aprile 2021
Flash news:   Coronavirus, nuovo contagio al Comune di Atripalda: UTC chiuso per una settimana Coronavirus, boom di contagi ad Atripalda: 10 positivi nel comune del Sabato Ricorsi multe autovelox, il Comune ingaggia un legale esterno per la difesa. Il sindaco: “per il 2020 gli incassi sono stati superiori alle previsioni di bilancio di 4 milioni di euro“ Editoria, l’avvocato atripaldese Angelo Maietta nominato consigliere del Sottosegretario Moles Armi e munizioni clandestine, carte di credito e cellulari: blitz dei Carabinieri di Atripalda a contrada Alvanite. Un arresto e tre denunce. Foto Piazzetta Padre Pio ancora off-limits tra degrado e abbandono, proteste social ad Atripalda Rinvenimento strutture murarie di epoca romana in via Appia, si amplia l’indagine. Il sindaco Spagnuolo: «bisogna capire se la tutela di quello che c’è nel sottosuolo e della sua valenza è compatibile con il prosieguo dei lavori» Contagio al Comune di Atripalda, il sindaco Spagnuolo: “già da lunedì il Municipio è in piena sicurezza” Rinvenimento strutture murarie di epoca romana in via Appia, la Soprintendenza sospende i lavori nel cantiere Due centraline anti smog ad Atripalda: la prima installata in via Roma da Idea e la seconda a Parco delle Acacie dall’Arpac su richiesta del Comune

Buoni spesa per l’emergenza Covid, terzo bando a sostegno delle famiglie

Pubblicato in data: 10/3/2021 alle ore:08:29 • Categoria: Attualità, Comune

Voucher comunali per l’acquisto di beni alimentari di prima necessità, la giunta del sindaco Giuseppe Spagnuolo pubblica l’avviso per il terzo bando: da questa mattina si possono presentare le domande sulla piattaforma online.
Dopo i primi due bandi, l’esecutivo comunale di Palazzo di città ha approvato le direttive per la terza chiamata per l’assegnazione dei buoni spesa a valere sulle risorse disponibili pari a 52.078,14 euro. L’avviso richiede il rispetto dei seguenti criteri, per la presentazione della domanda: essere residenti nel Comune; di non aver l’intero nucleo familiare un Isee corrente superiore a 9.360,00 euro, oppure fino a 20mila euro ma che dimostri una sospensione e riduzione dell’attività lavorativa nell’anno 2020 legata allo scoppio della pandemia. I beneficiari delle precedenti misure di sostegno alimentare posso presentare domanda ma potranno accedervi in via residuale.
«Avevamo l’esigenza di ampliare la fascia di possibili beneficiari – illustra il sindaco Giuseppe Spagmuolo – perché con i primi due bandi alla fine solo una parte molto ristretta della popolazione poteva rientrare. Con questo bando puntiamo a raggiungere una fascia più ampia della popolazione ma comunque in difficoltà».
I buoni spesa saranno assegnati sulla base delle dichiarazioni rese dall’utente in relazione alle autocertificazioni previste nell’ammontare di seguito indicato: 100 euro per nuclei familiari composti da una sola persona; 200 euro per nuclei familiari composti da due persone; 300 euro per nuclei familiari composti da tre persone; 400 euro per nuclei familiari composti da quattro persone e 500 euro infine per nuclei familiari composti da cinque o più persone.  Le domande dovranno essere presentate in modalità online attraverso la piattaforma dedicata “https://atripalda.bonuspesa.it”, piattaforma elettronica del Comune del Sabato, a partire da questa mattina 10 marzo e fino alle ore 14 del 26/03/2021. L’assegnazione dei bonus sarà comunicata ai cittadini attraverso un Sms sul numero indicato evidenziando il credito disponibile. Sempre nell’sms sarà indicato un Pin personale associato al codice fiscale del beneficiario, necessario per accedere agli acquisti. La giunta ha poi deciso di prorogare la scadenza per l’utilizzo dei buoni spesa al 30 aprile 2021 anche per i beneficiari dei precedenti avvisi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *