sabato 23 ottobre 2021
Flash news:   Il Comune impegna 270mila euro per riqualificare piazzetta Padre Pio e il parcheggio pubblico di via Gramsci ad Atripalda Covid 19, due nuovi contagi ad Atripalda La Giunta estende il servizio mensa ad una sezione della Primaria della “De Amicis-Masi” di Atripalda Detenzione abusiva di armi: assolti quattro atripaldesi Il sindaco Giuseppe Spagnuolo si avvicina al Pd: «guardo con interesse a questa fase di ripartenza e ricostruzione dei Dem. La tradizione popolare è confluita quasi totalmente lì» Il Tribunale di Avellino ha assolto l’assessore Stefania Urciuoli Ciclo escursionismo, dalla verde Irpinia all’azzurro del mare della litoranea salentina Successo per il concerto della pianista atripaldese Antonella De Vinco a Sofia Plesso scolastico Nicola Adamo di Atripalda: disposte nuove analisi geologiche Scattano da domani i divieti di sosta in piazzetta Pergola e in via Aversa ad Atripalda

Assenze al Liceo De Caprariis, il gruppo consiliare “Noi Atripalda” denuncia: “atteggiamento di chiusura al dialogo dell’Amministrazione”

Pubblicato in data: 21/4/2021 alle ore:14:45 • Categoria: Attualità, Politica

In riferimento alla “falsa ripartenza” delle lezioni in presenza presso il liceo De Caprariis, non comprendiamo l’atteggiamento di chiusura al dialogo dell’Amministrazione.

Gli alunni, presumibilmente con il benestare dei rispettivi genitori, hanno deciso di scioperare in numero considerevole (360 su 400).

Sarebbe opportuno, a questo punto, ascoltarli allo scopo di fornire loro gli elementi in base ai quali, a differenza di altri Comuni, Sindaco ed assessore al ramo abbiano deciso di non continuare in DAD e/o di non dare la possibilità di scelta tra presenza e DAD.

Gli studenti, dal canto loro, avrebbero la possibilità di far riflettere gli amministratori sulla inopportunità della riapertura in presenza, alla luce delle numerose preplessità manifestate attraverso una nota diffusa dalla stampa.

Il gruppo consiliare “NOI Atripalda” condivide le perplessità e, come anticipato, stigmatizza il mancato confronto da parte dell’Amministrazione.

La Dirigente scolastica, prof.ssa Maria Stella Berardino, ha pubblicamente fatto appello allo spirito di collaborazione.

Osservazione giusta, ma è altrettanto evidente che la collaborazione, il dialogo ed il confronto avrebbero potuto e dovuto essere protagonisti prima della ripertura.

Quest’ultima è stata garantita poiché, secondo l’opinione del Sindaco Spagnuolo e dell’assessore alla Pubblica Istruzione Nazzaro, vi erano condizioni oggettive rassicuranti.

Intendiamo conoscere, come avrebbero voluto fare studenti e genitori, tali dati.

Chiediamo pertanto:

1. Che Sindaco ed Assessore alla Pubblica Istruzione incontrino i rappresentanti di istituto e dei genitori;
2. Di conoscere I’indice di positività registrato ad Atripalda negli ultimi quindici giorni;
3. Di conoscere l’indice di positività registrato negli ultimi quindici giorni nei Comuni da cui provengono gli studenti, non residenti ad Atripalda, frequentanti il Liceo;
4. Di conoscere in che misura e secondo quali modalità sono state implementate le corse dei bus provenienti dai Comuni da cui provengono gli studenti, non residenti ad Atripalda, frequentanti il Liceo;
5. Di conoscere la percentuale di vaccinazione del personale docente ed ATA impiegato presso l’istituto De Caprariis;
6. Di sospendere le lezioni in presenza per il tempo necessario ad effettuare uno screening complessivo di tutta la comunità scolastica.

Sicuri di un solerte riscontro, porgiamo distinti saluti

Atripalda (AV)

Domenico Landi

Francesco Mazzariello

Maria Picariello

FabiolaScioscia

Paolo Spagnuolo

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *