Flash news:   Rendiconto approvato, il sindaco Spagnuolo: «Abbiamo risanato le finanze con risultati ampiamente positivi». Foto – Parte 1 Concerto “Fairy Guitar Quartet” sabato sera nella suggestiva cornice del parco archeologico di Abellinum Campetto di contrada Ischia, affidati i lavori: scatta il divieto di sosta Stasera in Consiglio il Rendiconto in chiave autovelox: il Prc chiede le dimissioni dell’assessore Urciuoli Coronavirus, primo caso di positività alla scuola Primaria di Atripalda: classe in Dad Incidente mortale sul Raccordo Av-Sa, muore autotrasportatore. Chiuso al traffico il tratto Atripalda-Serino. Foto Festeggiamenti San Sabino, il monito del Vescovo Aiello: “attenti ai trasformismi” e don Fabio: “il Santo metta il sale in testa ai candidati alle amministrative”. Foto Viabilità ad Atripalda, intervento per la messa in sicurezza delle strade e di parco Acacie Scuola media “Masi”, indetta la gara da 4,5 milioni di euro per l’antisismica L’appello dell’imprenditore Enzo Angiuoni alla Soprintendenza: «Fatemi restaurare lo Specus»

Parte la manutenzione del verde pubblico ad Atripalda dopo le proteste social: da lunedì taglio delle erbacce ad Alvanite

Pubblicato in data: 8/5/2021 alle ore:09:40 • Categoria: Attualità

Al via la manutenzione del verde pubblico ad Atripalda. Dopo la protesta sui social per le erbacce a contrada Alvanite ed in alte zone della cittadina del Sabato ha è partito il doppio intervento di manutenzione delle aree a verde dal centro alle periferie.
Un primo intervento, di manutenzione ordinaria delle aiuole e rotatorie, per lo sfalcio ed estirpazione di erbe infestanti è curato direttamente da Palazzo di città, con il responsabile dell’Utc del Settore Ambiente, geometra Vincenzo Caronia e con la consigliera delegata al verde pubblico Anna  De Venezia «Si tratta di un intervento di manutenzione ordinaria di alcune arre a verde pubblico».
I lavori di pulizia e taglio hanno interessato le rotatorie della Maddalena e di via Appia nei pressi del raccordo Av-Sa, piazza Leopoldo Cassese, piazza Umberto I, i giardinetti di via Appia e altre zone. Il comando di Polizia Municipale, guidato dal comandante Domenico Giannetta, ha emesso anche un’ordinanza di divieto di sosta dalle ore 7 di mattina fine alla ore 18 nelle strade interessate di volta in volta dallo sfalcio ed estirpazione di erbe infestanti.
Il secondo intervento è invece curato direttamente da Irpiniambiente e che interesserà via Caracciolo, con la pulizia della pista ciclabile lungo il fiume Sabato, le aree a verde  degli istituti scolastici cittadini e da lunedì anche tutta contrada Alvanite con il taglio delle erbacce. Questo secondo intervento è seguito sempre dall’Utc di piazzetta pergola con il delegato  all’Ambiente Costantino Pesca.
La società pubblica provinciale Irpiniambiente infatti ha in gestione diverse aree  a verde della città e nei giorni scorsi ha effettuato una gara per l’affidamento dei lavori di sfalcio ed estirpazione di erbe infestanti.
Un intervento molto atteso soprattutto dai residenti di contrada Alvanite dove tra le palazzine è cresciuta a dismisura l’erba .
Proprio nei giorni scorsi sui social erano scattate le proteste per i mancati interventi di taglio dell’erba  nel popoloso quartiere periferico della città.  Più volte negli anni passati il quartiere è stato ripulito dai volontari grazie alle giornate ecologiche promosse  da Irpiniambiente per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’ambiente.
Il problema delle erbacce alte era avvertito anche in molti altri punti, dal centro della cittadina alla periferia atripaldese. Il doppio intervento di manutenzione del verde pubblico che ha preso il via ieri ridà decoro e pulizia alla città.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *