sabato 13 agosto 2022
Flash news:   Opposizione all’attacco della maggioranza: “stop ai veleni post voto” Aree giochi per bambini, conclusi i lavori del primo lotto. Il sindaco: “mi appello al senso civico di tutti” L’Alienazione dell’ex sede Asl di via Tiratore riaccende lo scontro politico in città. Renzulli (Abc): «è il fallimento di chi ci ha governato» L’Inail mette in vendita l’ex sede Asl di via Tiratore: asta il 5 ottobre al prezzo di 2 milioni e mezzo Straripamento al Ponte delle Filande, l’Amministrazione Spagnuolo: “Mai visti mezzi in azione il giorno stesso dell’esondazione”. Foto Notte di San Lorenzo al parco archeologico di Abellinum Maltempo, straripa il Fenestrelle all’altezza del Ponte delle Filande: contrada Fellitto allagata e strada chiusa L’Amministrazione punta ad aggiornare l’albo delle associazioni presenti in città La Mantide della Brianza ha truffato anche un 71enne di Atripalda I volontari della Protezione civile di Atripalda in campo la domenica in piazza Umberto I come presidio di sicurezza: parla la delegata Maria Fasano

Parte la manutenzione del verde pubblico ad Atripalda dopo le proteste social: da lunedì taglio delle erbacce ad Alvanite

Pubblicato in data: 8/5/2021 alle ore:09:40 • Categoria: Attualità

Al via la manutenzione del verde pubblico ad Atripalda. Dopo la protesta sui social per le erbacce a contrada Alvanite ed in alte zone della cittadina del Sabato ha è partito il doppio intervento di manutenzione delle aree a verde dal centro alle periferie.
Un primo intervento, di manutenzione ordinaria delle aiuole e rotatorie, per lo sfalcio ed estirpazione di erbe infestanti è curato direttamente da Palazzo di città, con il responsabile dell’Utc del Settore Ambiente, geometra Vincenzo Caronia e con la consigliera delegata al verde pubblico Anna  De Venezia «Si tratta di un intervento di manutenzione ordinaria di alcune arre a verde pubblico».
I lavori di pulizia e taglio hanno interessato le rotatorie della Maddalena e di via Appia nei pressi del raccordo Av-Sa, piazza Leopoldo Cassese, piazza Umberto I, i giardinetti di via Appia e altre zone. Il comando di Polizia Municipale, guidato dal comandante Domenico Giannetta, ha emesso anche un’ordinanza di divieto di sosta dalle ore 7 di mattina fine alla ore 18 nelle strade interessate di volta in volta dallo sfalcio ed estirpazione di erbe infestanti.
Il secondo intervento è invece curato direttamente da Irpiniambiente e che interesserà via Caracciolo, con la pulizia della pista ciclabile lungo il fiume Sabato, le aree a verde  degli istituti scolastici cittadini e da lunedì anche tutta contrada Alvanite con il taglio delle erbacce. Questo secondo intervento è seguito sempre dall’Utc di piazzetta pergola con il delegato  all’Ambiente Costantino Pesca.
La società pubblica provinciale Irpiniambiente infatti ha in gestione diverse aree  a verde della città e nei giorni scorsi ha effettuato una gara per l’affidamento dei lavori di sfalcio ed estirpazione di erbe infestanti.
Un intervento molto atteso soprattutto dai residenti di contrada Alvanite dove tra le palazzine è cresciuta a dismisura l’erba .
Proprio nei giorni scorsi sui social erano scattate le proteste per i mancati interventi di taglio dell’erba  nel popoloso quartiere periferico della città.  Più volte negli anni passati il quartiere è stato ripulito dai volontari grazie alle giornate ecologiche promosse  da Irpiniambiente per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’ambiente.
Il problema delle erbacce alte era avvertito anche in molti altri punti, dal centro della cittadina alla periferia atripaldese. Il doppio intervento di manutenzione del verde pubblico che ha preso il via ieri ridà decoro e pulizia alla città.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.