Flash news:   Usura ed estorsione ad Atripalda, agli arresti domiciliari due persone di 50 e 32anni: prestavano denaro con interessi fino al 180% Inquinamento, linea dura del sindaco Spagnuolo: divieto di bruciare residui vegetali o altro materiale fino a settembre Open Day Pfizer dell’Asl di Avellino per martedì 22 giugno presso tutti i Centri Vaccinali irpini Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna” Fiori, piante e taglio erbacce per abbellire di Atripalda: la città riscopre il pollice verde. Foto Il Piano dei giovani di Idea Atripalda: “una comunità energetica e di autoconsumo collettivo” L’Us Avellino riparte da Braglia e Di Somma Air, ripristinati da domenica i servizi urbani di trasporto nei giorni festivi sulla linea Atripalda-Avellino-Mercogliano Emporio Solidale di Atripalda, ieri il taglio del nastro. Don Fabio: “nuova dignità alle famiglie”. Il sindaco: “Doveroso dare risposte alle domande di auto”. FOTO Conferenza Episcopale Italiana: “restano vigenti le disposizioni anti Covid: sospese processioni e festa esterna”

Apre il cantiere alla scuola dell’Infanzia “Pascoli”, alunni trasferiti alla “Collodi”. Foto

Pubblicato in data: 13/5/2021 alle ore:15:36 • Categoria: Attualità

Apre il cantiere alla scuola dell’Infanzia “Pascoli” di Atripalda e gli alunni delle tre sezioni da ieri sono stati trasferiti presso le aule della “Collodi” di via Nicola Adamo. Con il trasferimento dell’arredamento e delle suppellettili ha preso il via l’altra mattina l’intervento sull’edificio scolastico di via De Curti dell’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi” che sarà interessato da un intervento di efficientamento energetico. Lavori per oltre un milione di euro alla scuola che dovrebbe essere riconsegnata, salvo imprevisti, per l’inizio del nuovo anno scolastico.
«Un trasferimento che non arreca nessun disagio – commenta il sindaco Giuseppe Spagnuolo – e che avevamo comunicato ai rappresentanti di ogni classe spiegando le motivazioni dell’intervento. Avevamo valutato anche altre soluzioni, ma poi alla fine questa del trasferimento all’Infanzia della Collodi è apparsa la migliore».
Gli operai della ditta hanno proceduto allo smontaggio di tutti gli arredi e suppellettili e al loro spostamento nel deposito della scuola mentre il giorno prima tutti i banchetti sono stati trasferiti presso le aule della “Collodi” che ospiteranno le tre sezioni (A, B e C) della “Pascoli”.
«Questi primi giorni serviranno per la preparazione del cantiere che parte all’inizio della settimana prossima nei tempi stabiliti dal Ministero per la realizzazione dell’opera – illustra il delegato ai Lavori pubblici, Salvatore Antonacci -. Un’opera attesa da anni. Grazie all’impegno del sindaco, che si è speso in prima persona, come amministrazione portiamo a casa un risultato che consentirà, grazie a questo progetto di riqualificazione totale della scuola, di superare i problemi atavici. Ringrazio per l’impegno anche l’Utc».
All’edificio sarà realizzato un cappotto termico con gli impianti di riscaldamento a pavimento. Si procederà anche alla sostituzione degli infissi «nel rispetto di tutti i canoni moderni per gli asili risolvendo tutte le problematiche che da anni affliggevano questa scuola che presentava ambienti freddi, infiltrazioni di acqua piovana dal tetto, infissi vecchi che non presentavano i nuovi requisiti termici. Immaginiamo, con i tempi prefissati, che già dal prossimo anno scolastico ci sia il ritorno dei bambini, da oggi spostati alla Collodi».
La settimana scorsa proprio i genitori degli alunni che frequentano la Pascoli avevano inviato una lettera al primo cittadino, all’assessore all’Istruzione Anna Nazzaro, alla dirigente scolastica Amalia Carbone e ai rappresentati del Consiglio d’Istituto, esprimendo il proprio dissenso per l’imminente spostamento, criticando la scelta di dislocare i bambini in un plesso già occupato da una scuola dell’infanzia con numerosi iscritti e chiedendo infine un confronto pubblico sull’organizzazione delle aule, servizio mensa, ingressi, uscite e i servizi igienici.
«Non per rispondere alle polemiche ma i tempi per l’avvio dell’intervento non li abbiamo dettati noi ma è il cronoprogramma approvato dal Ministero a cui ci dobbiamo attenere – risponde così Antonacci -. La nuova ubicazione è provvisoria e i tempi di realizzazione dell’opera sono abbastanza ristretti per cui confido che l’inizio dell’anno scolastico, pandemia permettendo, vedrà finalmente il ritorno dei bambini in un nuovo asilo della Pascoli ridando lustro e dignità a questa scuola che merita tanto, molto bella con spazi ampi. Per lo spostamento abbiamo scelto l’Infanzia della Collodi perché già c’era la disponibilità di aule vuote. Una scelta dettata dal buon senso per un asilo completamente nuovo, perché anche la Collodi è stata ristrutturata negli anni recedenti. Esprimo perciò il massimo del ringraziamento al corpo docente, non docente e alla dirigenza per la grande collaborazione fornita».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *