Flash news:   Usura ed estorsione ad Atripalda, agli arresti domiciliari due persone di 50 e 32anni: prestavano denaro con interessi fino al 180% Inquinamento, linea dura del sindaco Spagnuolo: divieto di bruciare residui vegetali o altro materiale fino a settembre Open Day Pfizer dell’Asl di Avellino per martedì 22 giugno presso tutti i Centri Vaccinali irpini Punti Vaccinale di Atripalda, iniezioni a rilento: bufera politica su Spagnuolo. Sinistra Italiana chiede le dimissioni: “troppi ritardi nella campagna” Fiori, piante e taglio erbacce per abbellire di Atripalda: la città riscopre il pollice verde. Foto Il Piano dei giovani di Idea Atripalda: “una comunità energetica e di autoconsumo collettivo” L’Us Avellino riparte da Braglia e Di Somma Air, ripristinati da domenica i servizi urbani di trasporto nei giorni festivi sulla linea Atripalda-Avellino-Mercogliano Emporio Solidale di Atripalda, ieri il taglio del nastro. Don Fabio: “nuova dignità alle famiglie”. Il sindaco: “Doveroso dare risposte alle domande di auto”. FOTO Conferenza Episcopale Italiana: “restano vigenti le disposizioni anti Covid: sospese processioni e festa esterna”

Ritrova nelle campagne di via Serino l’anziana signora di Atripalda sparita venerdì notte. FOTO

Pubblicato in data: 23/5/2021 alle ore:11:23 • Categoria: Cronaca

Ritrovata la donna scomparsa venerdì pomeriggio in contrada Castello ad Atripalda. L’anziana è stata rintracciata non molto distante dalla sua abitazione, in una campagna dove si era recata per fare una fascina di legna, che aveva anche legato con cura e che teneva ancora sotto il braccio. La donna è stata portata in via Serino sempre ad Atripalda dai Vigili del Fuoco di Avellino, ed è stata affidata ai sanitari del 118 intervenuti, i quali ne hanno disposto il trasporto presso l’ospedale Moscati di Avellino per essere sottoposto a cure mediche.

Si era allontana venerdì scorso dal cortile della casa di campagna e dopo la consueta passeggiata pomeridiana non vi aveva fatto più ritorno. Si sono vissute ore di apprensione ad Atripalda per la signora Lucia Luongo di 96 anni, che da venerdì scorso aveva fatto perdere le proprie tracce non facendo più rientro nella sua abitazione in contrada Castello. L’anziana vive insieme al figlio Salvatore in una villetta dove risiedono anche l’altro figlio Eugenio e la figlia Rosa con le rispettive famiglie Iandoli.
Sono stati proprio i familiari che venerdì pomeriggio, non vedendola più rincasare, dopo le 18, avevano subito lanciato l’allarme.
Così sono scattate immediatamente le ricerche da parte dei Carabinieri della locale stazione con gli uomini dei Vigili del Fuoco del comando provinciale di Avellino, la locale Protezione civile e gli agenti della Polizia Municipale che hanno perlustrato palmo a palmo l’impervia montagna che si affaccia sul raccordo autostradale in direzione Serino fino a trovarla viva e in buona salute.
I familiari increduli avevano lanciato anche un appello su Facebook pubblicando la foto dell’anziana scomparsa: «Vi chiediamo una mano per ritrovare la nostra mamma, nonna, suocera Lucia Luongo allontanatasi da casa nella serata di ieri (venerdì ndr.).  Per favore chiunque la vedesse contatti subito le forze dell’ordine e i vigili del fuoco già attivati. Grazie».
La signora Luongo era seduta sui gradini della scalinata d’ingresso alla sua abitazione quando all’improvviso si era alzata dirigendosi verso le campagne circostanti. Si era allontanata indossando un vestito bianco con una maglietta verde. Poi era sparita nel nulla.
Da ieri mattina due squadre dei Vigili del Fuoco hanno intensificato i controlli ispezionando le scoscese campagne, i boschi, i pozzi e i casolari circostanti utilizzando anche un elicottero del Nucleo regionale dei Caschi Rossi di Salerno proveniente da Pontecagnano e un cane molecolare dell’unità cinofila. Anche alcuni parenti e volontari sono stati impegnati nelle operazioni di ritrovamento.
I familiari erano in apprensione per le sorti della signora poiché nella zona ci sono molti cinghiali selvatici.
Un’incessante battuta da parte dei soccorsi che alla fine ha consentito di salvare la donna.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *