domenica 23 gennaio 2022
Flash news:   Pnrr, il Consorzio A5 di Atripalda lancia la campagna di ascolto del territorio “Cantiere Idee“ In Irpinia positive al Covid 542 persone: 15 residenti nel comune di Atripalda Passaggio a livello di via Appia: riunione tra Comune, Rfi e Regione Campania. Spagnuolo: “scelta la nostra proposta, sarà realizzato un ponte sopraelevato” Soppressione passaggio a livello di via Appia, Petracca: “risultato concreto, cosi siamo al fianco dei territori” Covid-19 nuovo aggiornamento, 513 positivi in Irpinia: 18 residenti nel comune di Atripalda Spagnuolo: «l’ex sindaco lasciò in regalo alla città un Comune sull’orlo del dissesto» Addio al professore Sabino Di Paolo, dolore in città Assunzioni al Comune di Atripalda, l’affondo di Paolo Spagnuolo: «solo annunci roboanti» Covid 19, 563 contagi in Irpinia: 11 residenti nel comune di Atripalda Verso le amministrative ad Atripalda, il Comitato Abc candida a sindaco Nunzia Battista: «la città sta degradando, vogliamo dare un’opportunità alle nuove generazioni»

Festeggiamenti Santa Rita ad Atripalda: per la prima volta la messa nella chiesa madre. Foto

Pubblicato in data: 26/5/2021 alle ore:16:11 • Categoria: Attualità

“Evviva Santa Rita”. Si sono conclusi così, al triplice grido del parroco don Fabio, sabato sera, dopo il tradizionale rito della benedizione delle rose, nella chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire, i festeggiamenti ad Atripalda in onore della Santa da Cascia. Un appuntamento storico perché per la prima volta, da quando è scoppiata la pandemia lo scorso anno, la giornata dedicata alla santa custodita nella Chiesa di San Nicola da Tolentino, si è tenuta nella chiesa madre.
Niente processione, come nel 2020, per le strade della città. Le misure di contrasto e contenimento al Covid-19 hanno bloccato per il secondo anno consecutivo questo rito seguito da migliaia di fedeli.

La Chiesa di San Nicola, dov’è custodita l’immagine della Santa, non avrebbe permesso una capienza tale da ospitare il popolo per le celebrazioni della festa. Da qui il trasferimento della statua nella più grande chiesa di Sant’Ippolisto, dove la santa messa è stata celebrata congiuntamente da don Fabio Mauriello e don Ranieri Picone. Tanti i fedeli accorsi sabato sera, con i membri della Confraternita di Santa Monica e dell’Associazione dei devoti di Santa Rita.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *