Flash news:   Rendiconto approvato, il sindaco Spagnuolo: «Abbiamo risanato le finanze con risultati ampiamente positivi». Foto – Parte 1 Concerto “Fairy Guitar Quartet” sabato sera nella suggestiva cornice del parco archeologico di Abellinum Campetto di contrada Ischia, affidati i lavori: scatta il divieto di sosta Stasera in Consiglio il Rendiconto in chiave autovelox: il Prc chiede le dimissioni dell’assessore Urciuoli Coronavirus, primo caso di positività alla scuola Primaria di Atripalda: classe in Dad Incidente mortale sul Raccordo Av-Sa, muore autotrasportatore. Chiuso al traffico il tratto Atripalda-Serino. Foto Festeggiamenti San Sabino, il monito del Vescovo Aiello: “attenti ai trasformismi” e don Fabio: “il Santo metta il sale in testa ai candidati alle amministrative”. Foto Viabilità ad Atripalda, intervento per la messa in sicurezza delle strade e di parco Acacie Scuola media “Masi”, indetta la gara da 4,5 milioni di euro per l’antisismica L’appello dell’imprenditore Enzo Angiuoni alla Soprintendenza: «Fatemi restaurare lo Specus»

Quarti finali playoff, l’Avellino affronta il Sudtirol: il commento dell’amministratore unico Giovanni D’Agostino

Pubblicato in data: 27/5/2021 alle ore:10:24 • Categoria: Avellino Calcio

Presso la sede di Firenze della Lega Pro, è stato effettuato il sorteggio dei quarti di finale dei playoff di serie C. La dirigenza dell’Us Avellino 1912 ha assistito ai lavori mediante videoconferenza.

I biancoverdi domenica 30 maggio 2021 affronteranno il Sudtirol allo stadio Partenio – Lombardi.

A margine, l’amministratore unico della Idc Giovanni D’Agostino ha così commentato il prossimo avversario dei lupi.

“Nei playoff è praticamente inutile fare calcoli. Veniamo da un turno che ci ha ancora una volta dimostrato che sono una vera e propria lotteria. Per questa ragione dobbiamo rispettare ogni avversario, come abbiamo fatto con il Palermo, e pensare solo a dare il meglio di noi. Il Sudtirol è stata la migliore terza nei tre gironi e, dunque, merita la giusta considerazione al pari di tutte le squadre che oggi sono ancora in corsa negli spareggi promozione.  In questa stagione abbiamo dimostrato di non essere inferiori a nessuno e che quando giochiamo con la consapevolezza dei nostri mezzi e con la necessaria grinta è davvero difficile affrontarci. La serie C è un campionato duro, agonisticamente forte, non possiamo cullarci sul nostro blasone ma essere l’Avellino che si è sempre distinta come una squadra, parafrasando il grande Gianni Brera, “umile ed operaia, senza mostrare nessun borioso senso di superiorità”.  

Abbiamo fiducia nell’operato dello staff e dei nostri calciatori e siamo consapevoli di rappresentare il grande popolo irpino. E’ stato a dir poco emozionante assistere allo spettacolo offerto dai tifosi che hanno accolto la squadra e vedere l’intera provincia colorarsi di biancoverde. Tutto l’affetto ed il calore, dimostrato prima, durante e dopo gli ottavi di finale, è stato fondamentale.

Allo stesso tempo non c’è ancora nulla da festeggiare, non possiamo permetterci di abbassare la soglia dell’attenzione. Tutti insieme, come ieri, possiamo raggiungere qualsiasi obiettivo”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *