domenica 23 gennaio 2022
Flash news:   Pnrr, il Consorzio A5 di Atripalda lancia la campagna di ascolto del territorio “Cantiere Idee“ In Irpinia positive al Covid 542 persone: 15 residenti nel comune di Atripalda Passaggio a livello di via Appia: riunione tra Comune, Rfi e Regione Campania. Spagnuolo: “scelta la nostra proposta, sarà realizzato un ponte sopraelevato” Soppressione passaggio a livello di via Appia, Petracca: “risultato concreto, cosi siamo al fianco dei territori” Covid-19 nuovo aggiornamento, 513 positivi in Irpinia: 18 residenti nel comune di Atripalda Spagnuolo: «l’ex sindaco lasciò in regalo alla città un Comune sull’orlo del dissesto» Addio al professore Sabino Di Paolo, dolore in città Assunzioni al Comune di Atripalda, l’affondo di Paolo Spagnuolo: «solo annunci roboanti» Covid 19, 563 contagi in Irpinia: 11 residenti nel comune di Atripalda Verso le amministrative ad Atripalda, il Comitato Abc candida a sindaco Nunzia Battista: «la città sta degradando, vogliamo dare un’opportunità alle nuove generazioni»

Biblioteca comunale, Idea Atripalda: “Finalmente la riapertura”

Pubblicato in data: 1/6/2021 alle ore:09:48 • Categoria: Attualità

 “Ci siete riusciti”, “Finalmente la riapertura”: ecco i messaggi che ci stanno arrivando in questi giorni. Grazie al costante pressing degli ultimi 6 mesi siamo riusciti, grazie all’appoggio dei cittadini e delle cittadine, a contrastare un assordante silenzio sulla chiusura della biblioteca e di Villa Don Giuseppe Diana.

Strutture chiuse da troppo tempo tanto da divenire un lontano ricordo per gli atripaldesi. Quelli che erano i luoghi di ritrovo significativi per la nostra città erano diventati degli interminabili cantieri a cielo aperto.

 In tanti ci hanno chiesto il “perché” di questa grande attesa, oltre 500 giorni. Abbiamo provato a dare una risposta. La nostra analisi è che quei luoghi di socialità non rappresentavano delle priorità per l’Amministrazione comunale, la quale, alla fine, decide di riaprire la Villa parzialmente, come suggerivamo noi mesi fa, chiedendo un percorso per permettere la riapertura della biblioteca e un ripristino dei suoi servizi.

 Non ci accontentiamo di questa soluzione parziale. Continueremo a mantenere alta l’attenzione su questi luoghi, riproponendo i quesiti posti dal documento consegnato nello scorso marzo. Chiediamo aggiornamenti sulla fruizione dei servizi della biblioteca e delle tempistiche, questa volta rispettabili, sull’anfiteatro e sulla zona giostre della Villa.

Una situazione simile riguarda Parco delle Acacie: da oltre un anno si attende la colorazione dell’asfalto promessa alla città; si parlava anche di un piccolo impianto sportivo con l’installazione di canestri.

Atripalda, soprattutto dopo quanto abbiamo vissuto negli ultimi due anni, ha bisogno di ripartire dalla socialità e dalla cultura.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *