Flash news:   Rendiconto 2020, Paolo Spagnuolo attacca: «il sindaco nasconde i fallimenti con un comizio elettorale». Foto – Parte 2 Rendiconto approvato, il sindaco Spagnuolo: «Abbiamo risanato le finanze con risultati ampiamente positivi». Foto – Parte 1 Concerto “Fairy Guitar Quartet” sabato sera nella suggestiva cornice del parco archeologico di Abellinum Campetto di contrada Ischia, affidati i lavori: scatta il divieto di sosta Stasera in Consiglio il Rendiconto in chiave autovelox: il Prc chiede le dimissioni dell’assessore Urciuoli Coronavirus, primo caso di positività alla scuola Primaria di Atripalda: classe in Dad Incidente mortale sul Raccordo Av-Sa, muore autotrasportatore. Chiuso al traffico il tratto Atripalda-Serino. Foto Festeggiamenti San Sabino, il monito del Vescovo Aiello: “attenti ai trasformismi” e don Fabio: “il Santo metta il sale in testa ai candidati alle amministrative”. Foto Viabilità ad Atripalda, intervento per la messa in sicurezza delle strade e di parco Acacie Scuola media “Masi”, indetta la gara da 4,5 milioni di euro per l’antisismica

Autovelox, il sindaco replica all’opposizione: “niente sprechi, costi dimezzati e utilizzati a rotazione”

Pubblicato in data: 3/6/2021 alle ore:12:00 • Categoria: Attualità, Politica

«I due autovelox vengono utilizzati a rotazione, secondo le necessità di taratura. I costi li abbiamo dimezzati noi rispetto a quello che avevano immaginato loro con un contratto senza avere ipotesi di postazione, cacciando soldi in quel momento senza un’utilità. Oggi non c’è nessun spreco, almeno si aggiornassero sull’abbassamento dei costi che abbiamo fatto».
Non ci sta il sindaco Giuseppe Spagnuolo alle accuse dell’opposizione di ”Noi Atripalda” sul mancato utilizzo di un secondo autovelox ad Atripalda che costerebbe, secondo quando denunciato dalla minoranza, alle casse comunali oltre 2mila euro al mese.
Lo fa a margine della deposizione della corona al Monumento ai Caduti di piazza Umberto, nel giorno della Festa della Repubblica, dopo un discorso alla Città in cui invita «a ripartire tutti insieme facendo ognuno responsabilmente il proprio compito». Si commuove quando difende l’operato dei volontari impegnati nel Centro di Vaccinazione «dodici ore al giorno gratis per consentire che la città possa vaccinarsi, non solo vengono aggrediti ma visti con un senso di ostilità. Chi va a vaccinarsi oggi invece vada con un sorriso»  Centro vaccinale finito ieri, per i ritardi nelle somministrazioni, nel mirino sempre dell’opposizione.
«Davvero un’interrogazione singolare, resto basito visto che l’opposizione è composta in buona parte dalla vecchia amministrazione – replica il sindaco -. Evidenzia cifre che sono derivate da loro scelte e determinazioni. Quando invece le cose sono cambiate e non ne sono neanche a conoscenza». Proprio sull’utilizzo e costo di noleggio del secondo autovelox la fascia tricolore chiarisce: «ricordo che furono loro a noleggiate, come amministrazione precedente, due postazioni di autovelox senza alcuna autorizzazione di posizionamento e senza neanche sapere dove metterle, con spese inutili. Tant’è che abbiamo dovuto lavorare un anno per realizzare una postazione regolarmente autorizzata dalla Prefettura e dalla Polizia Stradale mettendo in funzione l’autovelox sulla Variante di cui tanto se ne parla. Mentre oggi funziona, viene criticato dalla stessa amministrazione che lo aveva immaginato ma che non lo aveva saputo mettere».
Un autovelox “ereditato” secondo Giuseppe Spagnuolo «comunque siamo riusciti ad individuare una postazione utile lungo la strada statale mentre il secondo macchinario, che c’era stato lasciato in eredità, come noleggio, lo stiamo utilizzando come ricambio nei periodi in cui l’autovelox in postazione viene mandato a taratura, effettuata da società specializzata. E questa cosa dura più di un paio di mesi. Per cui avere la seconda apparecchiatura significa non dover sospendere l’utilizzo e il controllo di sicurezza effettuato dall’autovelox autorizzato. Per cui ad oggi noi stiamo utilizzando le due apparecchiature». Precisa anche l’importo del noleggio: «nell’ultimo anno, quando è scaduto il loro contratto di circa 2mila euro al mese per ogni apparecchiatura, noi ne abbiamo sottoscritto un altro con un costo sostanzialmente dimezzato. Per cui il dato che dicono loro non è vero, visto che l’apparecchiatura costa intorno ai mille euro al mese e in ogni caso ha una funzione di ricambio. Il costo del noleggio è stato invece da me dimezzato».
Sulla richiesta dell’opposizione di utilizzare la seconda colonnina anche su strade urbane «sappiamo che c’è stata questa modifica al Codice della strada ma occorrono le linee guida. Anche sulle strade urbane, ma loro non se lo ricordavano allora e neanche adesso, occorre un decreto prefettizio di individuazione sia della pericolosità che dell’incidentalità della strada su cui si deve intervenire che  sulle caratteristiche del tratto interessato che può consentire il rilevamento in automatico. Sono due cose che vanno perciò valutate anche alla luce del disciplinare ministeriale che non è stato ancora emanato. Ma oggi non abbiamo segnalazioni di strade urbane della città che presentano un elevato indice di incidentalità da dover avere la necessità di un’ulteriore apparecchiatura. Per cui va bene come stiamo procedendo con il posizionamento sulla Variante, una strada a scorrimento veloce, prima dell’ingresso per Atripalda che era un punto che richiedeva un controllo». Infine su chi accusa l’Amministrazione di aver trovato nell’autovelox una gallina dalle uova d’oro per le casse comunali, Spagnuolo conclude: «nel 2020 gli incassi si aggirano sui 3 milioni e mezzo. Incassi che ci aiutano nel fare interventi in materia di sicurezza stradale come pulizia degli alberi, delle caditoie, cigli stradali, riparazione delle buche oltre interventi strutturali che faremo quest’anno. Interventi  che riusciamo a fare meno diradati e più frequentemente proprio in considerazione della disponibilità di fondi che abbiamo».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *