Flash news:   Verso le Amministrative 2022, nasce il comitato civico “Dna Atripalda” Rapina al Tabacchi di via Aversa, cresce la paura in città. Renzulli: “chiediamo più sicurezza e il potenziamento della stazione dei Carabinieri” Lutto Carmine Gaita, il cordoglio di AtripaldaNews Parcometri, è scontro in città: l’opposizione accusa: «Le priorità sono altre, 933mila euro sperperati» Stadio comunale, Idea Atripalda: “bisogna prendersi cura del patrimonio che si ha a disposizione” Ciclismo, il team Eco Evolution Bike presenta le nuove divise Torna il “Cinema in Piazzetta” di Laika, stasera prima proiezione con “Frankenstein Junior” Rapina nel primo pomeriggio al Tabacchi di via Aversa ad Atripalda: portato via l’incasso Pallonate volanti e comportamenti incivili in piazza Umberto: scattano i controlli dei vigili urbani e con la videosorveglianza le sanzioni Palazzo Caracciolo, ripuliti i giardini dell’antica dimora per consentire visite guidate e concerti all’aperto. Foto

Il Piano dei giovani di Idea Atripalda: “una comunità energetica e di autoconsumo collettivo”

Pubblicato in data: 19/6/2021 alle ore:11:09 • Categoria: Attualità

IDEA Atripalda, in data 15.06.21, ha protocollato un’ istanza fondamentale affinché il Comune di Atripalda intraprenda una seria lotta all’emergenza climatica. Soprattutto in coerenza all’impegno preso dal Consiglio comunale, all’unanimità, con la delibera dell’autunno del 2019, con la quale si dichiarava l’emergenza climatica e di conseguenza ci si impegnava ad attuare politiche di contrasto a tale fenomeno.

Con tale atto formale chiediamo al Sindaco e ai consiglieri delegati ai lavori pubblici e all’ambiente di promuovere nel territorio comunale la creazione di Comunità energetiche e di Autoconsumo collettivo, con il coinvolgimento dei cittadini residenti e l’impiego di aree o edifici di proprietà comunale, in particolare sostenendo prioritariamente le forme di configurazione che generano benefici diretti con la riduzione dei costi in bolletta per i cittadini con maggiore disagio economico. Inoltre chiediamo la creazione di apposito sportello o centro informazioni per informare i cittadini sulle opportunità che questo intervento può offrire e chiarire ogni interrogativo.

Tutto ciò permetterebbe di affrontare questioni decisive e centrali del periodo che stiamo vivendo, come la salvaguardia dell’ambiente e della salute collettiva, risparmio sui costi energetici per la comunità e le famiglie eventualmente coinvolte nel progetto.

Ci sono già esempi virtuosi di comunità energetiche realizzate in condivisione tra l’istituzione comunale ed i cittadini. Una realtà non lontana da noi è quella del quartiere periferico di San Giovanni a Teduccio, a Napoli, in cui, grazie ad una comunità energetica, 40 famiglie in difficoltà godranno di un risparmio sui loro consumi energetici e contribuiranno al rispetto dell’ambiente con un consumo green.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *