Flash news:   Verso le Amministrative 2022, nasce il comitato civico “Dna Atripalda” Rapina al Tabacchi di via Aversa, cresce la paura in città. Renzulli: “chiediamo più sicurezza e il potenziamento della stazione dei Carabinieri” Lutto Carmine Gaita, il cordoglio di AtripaldaNews Parcometri, è scontro in città: l’opposizione accusa: «Le priorità sono altre, 933mila euro sperperati» Stadio comunale, Idea Atripalda: “bisogna prendersi cura del patrimonio che si ha a disposizione” Ciclismo, il team Eco Evolution Bike presenta le nuove divise Torna il “Cinema in Piazzetta” di Laika, stasera prima proiezione con “Frankenstein Junior” Rapina nel primo pomeriggio al Tabacchi di via Aversa ad Atripalda: portato via l’incasso Pallonate volanti e comportamenti incivili in piazza Umberto: scattano i controlli dei vigili urbani e con la videosorveglianza le sanzioni Palazzo Caracciolo, ripuliti i giardini dell’antica dimora per consentire visite guidate e concerti all’aperto. Foto

Black out elettrici: oggi nuova interruzione fino alle 18 e scoppia la protesta. Commercianti del centro pronti ad adire le vie legali

Pubblicato in data: 23/6/2021 alle ore:11:50 • Categoria: Cronaca

Manca la corrente elettrica in centro ad Atripalda è scoppia la rabbia dei commercianti di via Roma e piazza Cassese.
Dopo numerosi e continui blackout elettrici che stanno interessando il centro della cittadina del Sabato e la strada principale dello shopping, con disagi per famiglie e negozi, scoppia la rabbia degli esercenti pronti a chiedere risarcimenti per i danni subiti. Interruzioni che gli operai do Enel, intervenuti con più squadre nei giorni scorsi, ancora non sono riusciti a risolvere definitamente.
A far montare la protesta ieri un avviso affisso in mattinata dinanzi i portoni dei palazzi e distribuiti ai commercianti che preannuncia per oggi, dalle ore 11 alle ore 18, l’interruzione di energia elettrica. Un lungo stop che dovrebbe consentire ai tecnici dell’Enel di risolvere il problema.
Le vie interessate sono via Roma, dal civico 112 fino al 179, con alcune esclusioni, piazza Cassese, vai Leopoldo Cassesee e via San Nicola.
E monta la polemica: «Siamo rimasti sorpresi dell’avviso ricevuto all’improvviso – commenta amareggiato il presidente dell’Associazione Commercianti di via Roma, Mimmo Caronia -. Sono passati nel negozio due dipendenti Enel lasciandoci un avviso. E così domani (oggi ndr.) chi di noi avrà corrente e chi no in zona. Naturalmente avremo anche problemi telefonici, visto che la centralina Telecomsta alle spalle di via Cassese. E così staremo tutti senza telefono e avremo problemi con il Pos e i pagamenti elettronici». I commercianti atripaldesi contestano il mancato coinvolgimento «non siamo stati coinvolti e certo non basta un “ci scusiamo per il disagio”. Dovremo chiudere i negozi, buttando via una giornata di lavoro. Già i tempi sono quelli che sono per la pandemia»..
Problemi e disagi che si registrano da alcune settimane. I primi segnali di un guasto si sono avuti nei giorni scorsi. Lunedì la zona è rimasta per circa 4 ore senza elettricità. Solo dopo le 21è tornata l’elettricità. Già nei giorni scorsi il maltempo aveva causato l’interruzione dell’energia elettrica in più punti della città. Tutto sembrava finalmente essere ritornato alla normalità dopo il lungo blackout di lunedì scorso, ma l’Enel ieri ha avvisato  che dovrà provvedere oggi ad un lungo intervento di riparazione con alcune squadre di operai. E si preannunciano ancora una volta insegne spente e negozi al buio in via Roma, piazza Cassese, via San Nicola e zone limitrofe.
«Sono già diversi giorni che stiamo avendo dei problemi che salta la corrente – prosegue il presidente dei commercianti di via Roma -. Vogliamo capire che c’è un problema ma si poteva intervenire oggi nell’ora di spacco, dalle 13 alle 16,  oppure il lunedì mattina quando siamo chiusi. Siamo amareggiati. Abbiamo contattato un legale per vedere se c’è la possibilità per chiedere un risarcimento danni. Questi continui sbalzi di corrente al mio negozio hanno fatto bruciare l’impianto di videosorveglianza interno. Siamo amareggiati e pronti a dare un incarico ad un avvocato per  una richiesta di risarcimento».
Ieri la chat di whatsapp del gruppo di commercianti dell’associazione di via Roma ha raccolto tutta l’amarezza dei negozianti.
«Per la giornata di domani )oggi ndr.) non sappiamo se dare un giorno di ferie ai dipendenti. Sono tante le cose da decidere – conclude -. Qualcosa faremo certo, questa volta non lasceremo passare inosservato il nostro disagio».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *