Flash news:   Verso le Amministrative 2022, nasce il comitato civico “Dna Atripalda” Rapina al Tabacchi di via Aversa, cresce la paura in città. Renzulli: “chiediamo più sicurezza e il potenziamento della stazione dei Carabinieri” Lutto Carmine Gaita, il cordoglio di AtripaldaNews Parcometri, è scontro in città: l’opposizione accusa: «Le priorità sono altre, 933mila euro sperperati» Stadio comunale, Idea Atripalda: “bisogna prendersi cura del patrimonio che si ha a disposizione” Ciclismo, il team Eco Evolution Bike presenta le nuove divise Torna il “Cinema in Piazzetta” di Laika, stasera prima proiezione con “Frankenstein Junior” Rapina nel primo pomeriggio al Tabacchi di via Aversa ad Atripalda: portato via l’incasso Pallonate volanti e comportamenti incivili in piazza Umberto: scattano i controlli dei vigili urbani e con la videosorveglianza le sanzioni Palazzo Caracciolo, ripuliti i giardini dell’antica dimora per consentire visite guidate e concerti all’aperto. Foto

Il “Premio Luigi Einaudi” a Sabino Cassese

Pubblicato in data: 3/7/2021 alle ore:10:23 • Categoria: Cultura

La Fondazione Luigi Einaudi ha conferito il “Premio Luigi Einaudi” a Sabino Cassese, giudice emerito della Corte Costituzionale, accademico ed editorialista.Il premio, una mezza pera in bronzo, è ispirato ad un episodio raccontato da Ennio Flaiano, in cui il giornalista ricordava con ammirazione la sobrietà dell’allora Capo dello Stato Luigi Einaudi che alcuni anni prima, non avendo molto appetito durante una cena al Quirinale, divise il frutto con lui sotto lo sguardo esterrefatto di un cameriere. Per l’occasione Cassese ha tenuto una Lectio Magistralis: “Quello che manca all’Italia per essere un Paese liberale è una tradizione liberale diffusa, perché abbiamo un’altissima tradizione liberale ma che non ha avuto quella diffusione che era necessaria. E però mancano anche delle istituzioni che siano liberali e che rispettino quindi non solo il principio di libertà ma alcuni altri principi che sono importanti per il pensiero liberale. Quindi – ha conclusi Cassese – purtroppo ci mancano sia aspetti che riguardano la cultura, le tradizioni, sia aspetti che riguardano le istituzioni e quello che viene chiamato il diritto vivente”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *