Flash news:   Verso le Amministrative 2022, nasce il comitato civico “Dna Atripalda” Rapina al Tabacchi di via Aversa, cresce la paura in città. Renzulli: “chiediamo più sicurezza e il potenziamento della stazione dei Carabinieri” Lutto Carmine Gaita, il cordoglio di AtripaldaNews Parcometri, è scontro in città: l’opposizione accusa: «Le priorità sono altre, 933mila euro sperperati» Stadio comunale, Idea Atripalda: “bisogna prendersi cura del patrimonio che si ha a disposizione” Ciclismo, il team Eco Evolution Bike presenta le nuove divise Torna il “Cinema in Piazzetta” di Laika, stasera prima proiezione con “Frankenstein Junior” Rapina nel primo pomeriggio al Tabacchi di via Aversa ad Atripalda: portato via l’incasso Pallonate volanti e comportamenti incivili in piazza Umberto: scattano i controlli dei vigili urbani e con la videosorveglianza le sanzioni Palazzo Caracciolo, ripuliti i giardini dell’antica dimora per consentire visite guidate e concerti all’aperto. Foto

Nuova ondata di furti nelle case di contrade periferiche: torna la paura ad Atripalda

Pubblicato in data: 5/7/2021 alle ore:11:18 • Categoria: Cronaca

Ladri in azione a contrada Novesoldi e alla frazione Sabina di Atripalda ai confini con Cesinali e Aiello del Sabato.
Nonostante i controlli delle forze dell’ordine lungo l’ampio territorio i malviventi non danno tregua alla popolazione dei tre comuni che abitano nelle zone rurali, costretta a barricarsi in casa.
La gente ha paura, i malviventi entrano in azione anche con le persone in casa. Hanno il volto coperto e utilizzano dei giubbotti con cappuccio.
Le ultime segnalazioni della presenza di ladri è stata denunciata sui social.
Ad agire in gruppi da quattro o da due tra le ore 18 e 22. Un gruppo che ormai terrorizza queste zone da oltre un anno e mezzo riuscendo a portare via dalle case e villette colpite dai raid oggetti di valore e soldi. I ladri entrano in casa dopo aver forzato le porte o le finestre. Il modus operandi è sempre lo stesso mentre cresce la paura tra la popolazione.
Dai post i cittadini rivolgono un appello alle istituzioni e alle forze dell’ordine ad intervenire.
Il Comune sta puntando ad ampliare il sistema di videosorveglianza con dieci nuove telecamere che saranno installate dal centro alla periferia per rafforzare l’attuale sistema e favorire maggiore sicurezza.
Le nuove telecamere saranno installate in dieci siti: piazzetta Garibaldi e piazzetta degli Artisti, via Pietramara, via Manfredi, via Gramsci, contrada Alvanite, piazza Umberto I, rotatoria della Maddalena, via Appia e due di contesto mobile. La videosorveglianza è uno strumento di prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatori molto atteso dai cittadini.
Le Telecamere di Contesto sono già presenti in piazza Umberto I, via Appia Rotonda Famila (Svincolo dell’Autostrada Avellino – Salerno), contrada Alvanite (via Madre Teresa di Calcutta e via Caduti Forze dell’Ordine), via Roma (all’altezza della rotatoria della Maddalena), via Manfredi, via Fiume e in altri punti strategici come Piazza Municipio, piazzetta Pergola sede degli Uffici dell’Utc, più volte finiti al centro di furti e infine Villa comunale. Quattro invece i varchi di rilevazione delle targhe delle auto in entrata ed uscita dalla città.
L’impianto nei mesi scorsi è ritornato in funzione dopo anni di stop perché interessato da una verifica straordinaria, l’individuazione del responsabile del trattamento dati e la procedura informatica di adeguamento alla nuova normativa per la sicurezza nella registrazione dei filmati.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *