domenica 04 dicembre 2022
Flash news:   Dipendenza da consumo di droga, alcol ed episodi di bullismo tra i giovani: convegno al Comune. Foto Laceno d’oro International Film Festival al via ad Avellino Addio a Gerardo Bianco, padre dell’Ulivo e grande meridionalista Elezione Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: pronta la stanza per la nuova figura istituzionale con scrivania e bandiere. Foto Scontro in aula per l’elezione del Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: è Francesco Mazzariello. L’opposizione abbandona il parlamentino Caccia agli assegnatori morosi dei posteggi del mercato settimanale di Atripalda: revocate una decina di licenze Gestione del verde pubblico, il sindaco: «Puntiamo a prevedere, in base all’omogeneità degli interventi da fare, di dividere la città in più parti e dì sviluppare una serie di gare per gli affidamenti». foto I commercianti di via Roma con l’Amministrazione accendono le luminarie di Natale. Foto Alvanite, l’Amministrazione approva il progetto da tre milioni e 500 mila euro di rigenerazione urbana e lo candida a finanziamento “Occhio alla prevenzione”, convegno questa mattina al Comune sui rischi causati dall’utilizzo di sostanze stupefacenti e di alcol

Rapina nel primo pomeriggio al Tabacchi di via Aversa ad Atripalda: portato via l’incasso

Pubblicato in data: 3/8/2021 alle ore:08:44 • Categoria: Cronaca

Un uomo armato rapina il Sale e Tabacchi “Marra” di via Aversa ad Atripalda. Attimi di terrore si sono vissuti ieri pomeriggio, intorno alle ore 16.40, quando un malvivente, con il volto coperto da mascherina, si è introdotto nel tabacchi del centro città, aperto da poco e approfittando che a quell’ora non ci fossero clienti visto il caldo torrido, armato con un punteruolo ha intimato alla figlia del proprietario, che in quel momento era da sola all’interno del negozio, di consegnare il denaro frutto dell’incasso delle mattinata.
Momenti di paura per la titolare che non ha esitato a consegnare l’incasso all’uomo che è subito poi fuggito via. Immediatamente è stato lanciato l’allarme. Sull’inquietante episodio ora stanno indagando i Carabinieri. Al vaglio degli inquirenti le immagini riprese dalle telecamere interna di cui è dotato il Sale e Tabacchi finito nel mirino dei ladri già tante volte e anche quelle dell’impianto di videosorveglianza comunale.
Nel novembre 2013, sempre durante una rapina andata in scena intorno alle sei di mattina, i malviventi ferirono il titolare colpendolo con un oggetto contundente alla testa. Il tabaccaio fu portato all’ospedale “Moscati” di Avellino dal 118 per essere medicato alla testa colpita violentemente con una chiave in ferro. Per il signor Giovanni Romito per la sutura della ferita alla testa ci vollero ben dieci punti. Per questa rapina e aggressione i militari della Compagnia dei Carabinieri di Avellino arrestarono due uomini, poi condannati a tre anni di carcere.
Sul nuovo inquietante episodio di ieri pomeriggio stanno indagando sempre gli Uomini delle Benemerita che vogliono dare un volto all’autore.
Nel corso dei decenni i Sale e tabacchi della cittadina del Sabato sono finiti più volte nel mirino di ladri esperti che ad uno ad uno li hanno “ripuliti” di notte agendo sempre con lo stesso modus operandi.
Un copione sempre identico per l’ennesimo furto messo a segno ai danni di un’attività commerciale della cittadina del Sabato che fa crescere la paura tra gli esercenti.
I ladri, negli anni passati, dei veri professionisti, hanno agito sempre prima dell’alba, forzando le porte d’ingresso e le serrande. Una volta all’interno in pochi minuti riuscivano a portare via tantissimi articoli e prodotti dall’attività commerciale.
Un’ondata che sta diffondendo preoccupazione e allarme tra i commercianti atripaldesi.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.