domenica 19 settembre 2021
Flash news:   L’appello dell’imprenditore Enzo Angiuoni alla Soprintendenza: «Fatemi restaurare lo Specus» Ruba in un supermercato, i Carabinieri di Atripalda denunciato un 40enne L’assessore Urciuoli: «Eventi culturali nel parco archeologico di Abellinum per valorizzare storia e territorio» Carabiniere libero dal servizio si imbatte in uno spacciatore: denunciato ventenne di Atripalda Al via il nuovo anno scolastico ad Atripalda: per refezione e trasporto confermato l’utilizzo di Telemoney Il Maresciallo Maggiore David Lombardini nuovo comandante della Stazione dei Carabinieri di Atripalda Stadio Valleverde-Aquino, il comune di Atripalda incassa il contributo di 700 mila euro Riapertura delle scuole: AIR pronta con il pianotrasporti Diciotto anni Demetrio Trasente, auguri dalla famiglia Festeggiamenti in onore del Santo Patrono Sabino, lettera aperta alla Città di Don Fabio Mauriello

Scontro sul cimitero in Consiglio comunale, l’opposizione chiede fondi per la riqualificazione e cambio nelle concessioni

Pubblicato in data: 8/8/2021 alle ore:15:56 • Categoria: Attualità, Politica

Scontro sul cimitero comunale l’altra sera in Consiglio comunale. La denuncia è partita dal consigliere di minoranza Franco Mazzariello che ha contestato all’Amministrazione di non aver stanziato fondi per la struttura pubblica nell’ambito delle variazioni al Bilancio di previsione per il triennio fino al 2023, finita anche tra le proteste e segnalazioni dei social per lo stato di degrado.
La questione è legata alla carenza di loculi per nuove richieste e le vecchie concessioni firmate nei decenni passati dal Comune con le confraternite che concedono i locali per 99 anni. Solo dopo torna nella disponibilità del comune. Un lasso di tempo troppo ampio secondo l’Amministrazione che avrebbe causato la saturazione della struttura cimiteriale di via Manfredi-Pianodardine che paga anche lo scotto della vicinanza al parco archeologico di Abellinum, e quindi l’impossibilità di reperire ulteriori terreni su cui edificare perché vincolati dalla Soprintendenza.
L’ex sindaco Paolo Spagnuolo evidenzia: «per il cimitero siamo ad un punto di non ritorno. Oggi siamo sostanzialmente in una situazione non reversibile senza possibilità di reperire nuovi loculi. Bisogna mettere mano alle concessioni e all’ampliamento.

A fare il punto della situazione in aula è l’assessore delegato, il capogruppo di maggioranza Massimiliano Del Mauro che difende l’operato fatto dall’Amministrazione: «abbiamo innescato il meccanismo della rotazione. Sui 9mila loculi assegnati non possiamo intervenire visto che sono stati assegnati con vecchie concessioni a 99 anni. Il comune possiede solo trecento loculi comunali, un ruolo residuale. Con la rotazione ne abbiamo liberati una trentina per chi non riesce a comprare perché i prezzi dei locali sono un po’ alti. Gli ossuari invece sono tutti vuoti, questo significa che è una pratica che non si utilizza per liberare i locali già utilizzati. Se si continua con la concessione a 99 anni, che oggi non è più possibile, si satura tutto. In altri posti il loculo si assegna nel momento in cui c’è la necessità per trent’anni e poi torna nella disponibilità del comune. Le convenzioni e concessioni firmate sono oggi superate anche se quelle non si possono toccare e dobbiamo aspettare la scadenza. Siamo a zero oggi come disponibilità di nuovi loculi. Va benissimo nuove edificazioni, ma bisogna superare le vecchie concessioni e individuare nuove modalità».
Un intervento che suscita le critiche dell’ex assessore Domenico Landi: «è imbarazzante quello che sentiamo. L’attività amministrativa la si fa portando gli atti in discussione in Consiglio comunale. Non si risolvono le questioni, così serie, come il cimitero, facendo una semplice elencazione delle cose. Ti invito a portare gli atti in consiglio e non le parole. Le soluzioni in questo senso non ci sono».
Mazzariello: «le confraternite che ci sono al cimitero sono senza scopo di lucro. Non ci sono loculi da vendere». Sulla questione conclude il sindaco Giuseppe Spagnuolo che assicura il parlamentino che la questione sarà di nuovo affrontata a breve in aula dopo essere stata calendarizzata all’ordine del giorno: «Sul cimitero dobbiamo valutare un intervento complessivo con la riqualificazione delle parti comunali».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *