domenica 19 settembre 2021
Flash news:   L’appello dell’imprenditore Enzo Angiuoni alla Soprintendenza: «Fatemi restaurare lo Specus» Ruba in un supermercato, i Carabinieri di Atripalda denunciato un 40enne L’assessore Urciuoli: «Eventi culturali nel parco archeologico di Abellinum per valorizzare storia e territorio» Carabiniere libero dal servizio si imbatte in uno spacciatore: denunciato ventenne di Atripalda Al via il nuovo anno scolastico ad Atripalda: per refezione e trasporto confermato l’utilizzo di Telemoney Il Maresciallo Maggiore David Lombardini nuovo comandante della Stazione dei Carabinieri di Atripalda Stadio Valleverde-Aquino, il comune di Atripalda incassa il contributo di 700 mila euro Riapertura delle scuole: AIR pronta con il pianotrasporti Diciotto anni Demetrio Trasente, auguri dalla famiglia Festeggiamenti in onore del Santo Patrono Sabino, lettera aperta alla Città di Don Fabio Mauriello

L’Avellino presenta il calciatore Antonio Di Gaudio

Pubblicato in data: 7/9/2021 alle ore:21:19 • Categoria: Avellino Calcio

L’Us Avellino comunica di avere ingaggiato, con un accordo su base biennale, il calciatore Antonio Di Gaudio.

Nato a Palermo il 16 agosto 1989, l’esterno siciliano ha vissuto le sue prime esperienze tra i professionisti con la maglia del Carpi, club con il quale ha conquistato ben tre promozioni (dalla vecchia C2 alla C1, dalla C1 alla B e dalla B alla A). 7 stagioni con il club emiliano nelle quali ha collezionato 250 presenze, 26 gol e 16 assist.

Successivamente ha indossato le maglie di Parma, Hellas Verona, Spezia e Chievo Verona, conquistando altre due promozioni dalla B alla A con le maglie di Parma ed Hellas Verona.

Benvenuto ad Avellino Antonio !

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *