Flash news:   Straripamento al Ponte delle Filande, l’Amministrazione Spagnuolo: “Mai visti mezzi in azione il giorno stesso dell’esondazione”. Foto Notte di San Lorenzo al parco archeologico di Abellinum Maltempo, straripa il Fenestrelle all’altezza del Ponte delle Filande: contrada Fellitto allagata e strada chiusa L’Amministrazione punta ad aggiornare l’albo delle associazioni presenti in città La Mantide della Brianza ha truffato anche un 71enne di Atripalda I volontari della Protezione civile di Atripalda in campo la domenica in piazza Umberto I come presidio di sicurezza: parla la delegata Maria Fasano Covid 19, due decessi al Moscati: morta una paziente di 80 anni di Atripalda Lavori di ricostruzione scuola media Masi, l’assessore Labate replica: “da Abc solo falsità” Ad Atripalda è “Baraonda”: l’Amministrazione ha presentato il cartellone degli eventi estivi Il team Eco Evolution Bike in ciclo tour dall’Irpinia alla penisola sorrentina

Scuola media “Masi”, indetta la gara da 4,5 milioni di euro per l’antisismica

Pubblicato in data: 20/9/2021 alle ore:13:04 • Categoria: Attualità, Comune

Parte la gara per il progetto di “Adeguamento sismico, efficientamento energetico e incremento dell’attrattività del plesso scolastico Raffaele. Masi” di via Pianodardine ad Atripalda. Con la pubblicazione sull’albo pretorio di Palazzo di città e sul “Cuc Valle del Sabato” entra nel vivo l’intervento finanziato dalla Regione Campania per un importo di 4.673.689,46 euro.
Un progetto partito nell’ottobre 2017 su iniziativa dell’Amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Spagnuolo e dell’allora assessore ai Lavori Pubblici Toni Troisi e poi dal nuovo delegato ai Lavori Pubblici Salvatore Antonacci, mediante la costituzione dell’ufficio di progettazione, avviando tutte le azioni progettuali per i vari plessi scolastici della Città per partecipare al bando indetto dal MIUR e successivamente alla programmazione PTES 2018-2020 della Regione Campania. Un progetto che nel corso degli anni ha necessitato di vari aggiornamenti.
Il corpo aule sarà demolito e ricostruito per ottenere un edificio pienamente rispondente ai moderni criteri antisismici e alle attuali richieste in termini di risparmio energetico e di fruibilità degli spazi  La nuova struttura che si realizzerà mira ad ottenere un importante miglioramento dal punto di vista della sicurezza e la piena funzionalità dell’edificio in caso di calamità naturali. Il progetto intende garantire il massimo efficientamento energetico mediante la realizzazione di un cappotto termico, l’installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto e, la realizzazione di impianti tecnologicamente avanzati e l’opportuno orientamento delle pareti finestrate. Per incrementare l’attrattività della scuola inoltre, è stata particolarmente curata l’organizzazione degli spazi interni ed esterni.
La procedura di gara aperta prevede come criterio di aggiudicazione l’offerta economica più vantaggiosa. Il bando scade il prossimo 5 ottobre alle ore 18 entro il quale devono essere caricate le buste, contenenti le offerte. Il giorno successivo, alle ore 9.30, la prima sessione pubblica per apertura offerte e aggiudicazione.. La durata dell’appalto è fissata in 21 mesi, quasi due anni.
Il responsabile del procedimento è il geometra dell’Utc Felice De Cicco.
Infine sempre per lo stesso plesso scolastico sono stati affidati i lavori di di rifunzionalizzazione dei locali occupati dalla Misericordia in via Pianodardine da destinare ad attività didattiche dell’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi”.
A disposizione c’è parte di un contributo di 90 mila euro incassato dalla cittadina del Sabato per ciascuno degli anni dal 2021 al 2024 dal capodipartimento per gli Affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno per “investimenti destinati ad opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile.
Presso l’Utc è stato costituito anche l’Ufficio di progettazione, direzione dei lavori ed esperimento delle attività tecniche, al fine di provvedere alla redazione degli atti necessari per l’avvio e la realizzazione delle opere.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.