sabato 23 ottobre 2021
Flash news:   Il Comune impegna 270mila euro per riqualificare piazzetta Padre Pio e il parcheggio pubblico di via Gramsci ad Atripalda Covid 19, due nuovi contagi ad Atripalda La Giunta estende il servizio mensa ad una sezione della Primaria della “De Amicis-Masi” di Atripalda Detenzione abusiva di armi: assolti quattro atripaldesi Il sindaco Giuseppe Spagnuolo si avvicina al Pd: «guardo con interesse a questa fase di ripartenza e ricostruzione dei Dem. La tradizione popolare è confluita quasi totalmente lì» Il Tribunale di Avellino ha assolto l’assessore Stefania Urciuoli Ciclo escursionismo, dalla verde Irpinia all’azzurro del mare della litoranea salentina Successo per il concerto della pianista atripaldese Antonella De Vinco a Sofia Plesso scolastico Nicola Adamo di Atripalda: disposte nuove analisi geologiche Scattano da domani i divieti di sosta in piazzetta Pergola e in via Aversa ad Atripalda

Cultura al Parco Archeologico di Abellinum, la soddisfazione dell’assessore Stefania Urciuoli. FOTO

Pubblicato in data: 27/9/2021 alle ore:08:19 • Categoria: Attualità, Comune, Cultura

Abellinum si muove, si mostra, si illumina, si racconta…Abellinum è cultura.

Sabato sera, l’ultima delle quattro manifestazioni  sul pianoro della Civita ad Atripalda.

Al Parco Archeologico di Abellinum, nei resti delle mura della domus gentilizia di età romana, si è esibito Il quartetto dei giovanissimi musicisti Fairy Guitar Quartet”, grazie ad un protocollo d’intesa raggiunto con la Soprintendenza ai beni archeologici di SA e AV e il Conservatorio Cimarosa di Avellino.

I musicisti  hanno entusiasmato e divertito il pubblico   proponendo musiche del repertorio sudamericano e contemporaneo, un piacevolissimo programma ricco di contaminazioni, spaziando tra autori quali  Leo  Brouwer, Eduardo Martin e Astor Piazzolla.

Oltre a valorizzare le nostre bellezze architettoniche, abbiamo valorizzato prevalentemente anche i nostri artisti locali perché è assolutamente giusto dare un supporto al tessuto culturale del territorio irpino.

Dopo due anni di stop dobbiamo consentire di riprendere l’attività culturale che si produceva prima della crisi pandemica.


Abbiamo costruito questo palinsesto in sinergia con  la Soprintendenza e anche il Conservatorio Cimarosa di Avellino per il concerto di ieri sera. Abbiamo coinvolto le associazioni, proprio perché volevamo che fosse una programmazione condivisa. La Pro Loco di Atripalda è stata determinante con il suo supporto, sempre presente in tutte le manifestazioni ad Abellinum.I

Sono soddisfatta di questo programma, soprattutto perché rispetta l’obiettivo che ci eravamo imposti.  Abbiamo lavorato, d’accordo con gli Uffici di Settore, seguendo il principio di un buon rapporto tra qualità artistica e disponibilità economica dell’ente.

Siamo contenti di essere riusciti a mettere in campo una bella programmazione culturale non soltanto ad Atripalda ma anche nell’intero territorio Irpino.

Ci tengo a precisare che l’attività culturale in questa estate non si è mai fermata infatti  insieme all’Associazione culturale ACIPEA e con essa alla Presidente Lucia Gaeta abbiamo ripresentato nel mese di giugno  la settima edizione del Premio San Valentino cosi come con  l’Associazione Musicale Toscanini e il suo direttore artistico Antonella De Vinco con la rassegna itinerante “I luoghi della Musica”, XXIX Festival Internazionale di Musica da Camera in Irpinia.

Abbiamo patrocinato la bellissima rassegna di cinema all’aperto“cinema in piazzetta” dell’associazione di promozione sociale Laika project dove sono stati proiettati quattro bellissimi film cult.Stiamo pensando ad altre manifestazioni per i prossimi mesi ma soprattutto per le festività natalizie.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *