Flash news:   Straripamento al Ponte delle Filande, l’Amministrazione Spagnuolo: “Mai visti mezzi in azione il giorno stesso dell’esondazione”. Foto Notte di San Lorenzo al parco archeologico di Abellinum Maltempo, straripa il Fenestrelle all’altezza del Ponte delle Filande: contrada Fellitto allagata e strada chiusa L’Amministrazione punta ad aggiornare l’albo delle associazioni presenti in città La Mantide della Brianza ha truffato anche un 71enne di Atripalda I volontari della Protezione civile di Atripalda in campo la domenica in piazza Umberto I come presidio di sicurezza: parla la delegata Maria Fasano Covid 19, due decessi al Moscati: morta una paziente di 80 anni di Atripalda Lavori di ricostruzione scuola media Masi, l’assessore Labate replica: “da Abc solo falsità” Ad Atripalda è “Baraonda”: l’Amministrazione ha presentato il cartellone degli eventi estivi Il team Eco Evolution Bike in ciclo tour dall’Irpinia alla penisola sorrentina

Addio a Fabio Fusco e Sabino Oliva, dolore in città

Pubblicato in data: 2/10/2021 alle ore:13:22 • Categoria: Cronaca

Addio al professor Fabio Fusco e al re dei gelati Sabino Oliva. Dolore e lacrime nei giorni scorsi per la scomparsa di un pezzo di storia della città di Atripalda.
Il professor Fabio Fusco è stato presidente per quasi trent’anni della società di mutua assistenza “L’Indipendente”.
All’imprenditore Sabino Oliva invece è legata la nascita di “Chantal”, rinomata gelateria e pasticceria ad Atripalda e ad Avellino. E proprio nel capoluogo Oliva si era affermato raggiungendo una notorietà oltre provincia.

Entrambi i funerali sono svolti nella chiesa di Sant’Ippolisto Martire.

Alle famiglie le condoglianze d Atripaldanews.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.