sabato 13 agosto 2022
Flash news:   Opposizione all’attacco della maggioranza: “stop ai veleni post voto” Aree giochi per bambini, conclusi i lavori del primo lotto. Il sindaco: “mi appello al senso civico di tutti” L’Alienazione dell’ex sede Asl di via Tiratore riaccende lo scontro politico in città. Renzulli (Abc): «è il fallimento di chi ci ha governato» L’Inail mette in vendita l’ex sede Asl di via Tiratore: asta il 5 ottobre al prezzo di 2 milioni e mezzo Straripamento al Ponte delle Filande, l’Amministrazione Spagnuolo: “Mai visti mezzi in azione il giorno stesso dell’esondazione”. Foto Notte di San Lorenzo al parco archeologico di Abellinum Maltempo, straripa il Fenestrelle all’altezza del Ponte delle Filande: contrada Fellitto allagata e strada chiusa L’Amministrazione punta ad aggiornare l’albo delle associazioni presenti in città La Mantide della Brianza ha truffato anche un 71enne di Atripalda I volontari della Protezione civile di Atripalda in campo la domenica in piazza Umberto I come presidio di sicurezza: parla la delegata Maria Fasano

Detenzione abusiva di armi: assolti quattro atripaldesi

Pubblicato in data: 22/10/2021 alle ore:13:37 • Categoria: Cronaca

Tre uomini ed una donna, tutti residenti nella città di Atripalda, sono stati assolti dal Giudice dell’Udienza Preliminare del Tribunale Penale di Avellino, dottor Marcello Rotondi, dall’accusa di detenzione abusiva di armi in concorso.
Ai quattro atripaldesi, nel luglio dello scorso anno, erano stati notificati gli avvisi di conclusioni delle indagini formulati dalla Procura della Repubblica di Avellino, in persona del Pubblico Ministero dott.ssa Antonella Salvatore. Secondo l’accusa avrebbero detenuto illegalmente, in concorso ed in qualità di coeredi, una rivoltella calibro 38 ed un fucile a due canne calibro 12, omettendo di denunciare il possesso ottenuto iure successionis, nonché avrebbero omesso di osservare la dovuta diligenza nella custodia delle armi rivenute dai carabinieri di Avellino in un armadio di una abitazione di cui  risultavano coeredi.
La  difesa di uno dei quattro atripaldesi imputati, rappresentata dai legali di fiducia Gerardo De Vinco e Sabino Rotondi, è riuscita a dimostrare la totale innocenza e la buona fede del proprio assistito: egli non aveva in uso l’appartamento dove i carabinieri  hanno rinvenuto le armi e addirittura non possedeva le chiavi  della porta di ingresso.
Il Giudice ha accolto in pieno tale tesi difensiva ed ha mandato assolti tutti gli imputati per non aver commesso il fatto.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.