Flash news:   Abellinum: centomila euro dalla Provincia di Avellino per l’illuminazione notturna ed eventi di Natale Trentenne di Atripalda denunciato dai Carabinieri per possesso di un coltello a serramanico Caro bollette, fondi dal Comune per le famiglie in difficoltà: domande entro venerdì 9 novembre Dipendenza da consumo di droga, alcol ed episodi di bullismo tra i giovani: convegno al Comune. Foto Laceno d’oro International Film Festival al via ad Avellino Addio a Gerardo Bianco, padre dell’Ulivo e grande meridionalista Elezione Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: pronta la stanza per la nuova figura istituzionale con scrivania e bandiere. Foto Scontro in aula per l’elezione del Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: è Francesco Mazzariello. L’opposizione abbandona il parlamentino Caccia agli assegnatori morosi dei posteggi del mercato settimanale di Atripalda: revocate una decina di licenze Gestione del verde pubblico, il sindaco: «Puntiamo a prevedere, in base all’omogeneità degli interventi da fare, di dividere la città in più parti e dì sviluppare una serie di gare per gli affidamenti». foto

Detenzione abusiva di armi: assolti quattro atripaldesi

Pubblicato in data: 22/10/2021 alle ore:13:37 • Categoria: Cronaca

Tre uomini ed una donna, tutti residenti nella città di Atripalda, sono stati assolti dal Giudice dell’Udienza Preliminare del Tribunale Penale di Avellino, dottor Marcello Rotondi, dall’accusa di detenzione abusiva di armi in concorso.
Ai quattro atripaldesi, nel luglio dello scorso anno, erano stati notificati gli avvisi di conclusioni delle indagini formulati dalla Procura della Repubblica di Avellino, in persona del Pubblico Ministero dott.ssa Antonella Salvatore. Secondo l’accusa avrebbero detenuto illegalmente, in concorso ed in qualità di coeredi, una rivoltella calibro 38 ed un fucile a due canne calibro 12, omettendo di denunciare il possesso ottenuto iure successionis, nonché avrebbero omesso di osservare la dovuta diligenza nella custodia delle armi rivenute dai carabinieri di Avellino in un armadio di una abitazione di cui  risultavano coeredi.
La  difesa di uno dei quattro atripaldesi imputati, rappresentata dai legali di fiducia Gerardo De Vinco e Sabino Rotondi, è riuscita a dimostrare la totale innocenza e la buona fede del proprio assistito: egli non aveva in uso l’appartamento dove i carabinieri  hanno rinvenuto le armi e addirittura non possedeva le chiavi  della porta di ingresso.
Il Giudice ha accolto in pieno tale tesi difensiva ed ha mandato assolti tutti gli imputati per non aver commesso il fatto.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.