domenica 23 gennaio 2022
Flash news:   L’ex sindaco Gerardo Capaldo regala la storia della Dc alla biblioteca comunale di Atripalda. Foto Pnrr, il Consorzio A5 di Atripalda lancia la campagna di ascolto del territorio “Cantiere Idee“ In Irpinia positive al Covid 542 persone: 15 residenti nel comune di Atripalda Passaggio a livello di via Appia: riunione tra Comune, Rfi e Regione Campania. Spagnuolo: “scelta la nostra proposta, sarà realizzato un ponte sopraelevato” Soppressione passaggio a livello di via Appia, Petracca: “risultato concreto, cosi siamo al fianco dei territori” Covid-19 nuovo aggiornamento, 513 positivi in Irpinia: 18 residenti nel comune di Atripalda Spagnuolo: «l’ex sindaco lasciò in regalo alla città un Comune sull’orlo del dissesto» Addio al professore Sabino Di Paolo, dolore in città Assunzioni al Comune di Atripalda, l’affondo di Paolo Spagnuolo: «solo annunci roboanti» Covid 19, 563 contagi in Irpinia: 11 residenti nel comune di Atripalda

Scuola media Masi da demolire e ricostruire: affidati i lavori da 5 milioni di euro

Pubblicato in data: 10/11/2021 alle ore:14:12 • Categoria: Attualità, Comune

Aggiudicati i lavori da cinque milioni di euro per la costruzione della nuova scuola media “Masi” di Atripalda. E’ il “Consorzio Policost”, con sede legale a Roma in piazza de Popolo, ad aver presentato l’offerta economicamente più vantaggiosa per il progetto di “adeguamento sismico, efficientamento energetico e incremento dell’attrattività del plesso scolastico Raffaele Masi” di via Pianodardine, finanziato dalla Regione Campania. L’impresa romana si è aggiudicata l’appalto per un totale di 4.694.575,52 euro.
Erano state sette le offerte giunte a Palazzo di città per la procedura di gara aperta che prevedeva come criterio di aggiudicazione l’offerta economica più vantaggiosa. Era stata perciò nominata una commissione di gara che ha proceduto alla valutazione delle sette offerte e a procedere all’affidamento dei lavori che dovranno essere eseguiti in 21 mesi, quasi due anni.
L’intervento prevede la demolizione dell’attuale corpo aule e la sua ricostruzione in modo da ottenere un edificio pienamente rispondente ai moderni criteri antisismici e alle attuali richieste in termini di risparmio energetico e di fruibilità degli spazi.
La nuova struttura che si realizzerà nello stesso spazio in cui è ubicato oggi il corpo aule mira ad ottenere un importante miglioramento dal punto di vista della sicurezza e la piena funzionalità dell’edificio in caso di calamità naturali. Il progetto intende garantire il massimo efficientamento energetico mediante la realizzazione di un cappotto termico, l’installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto e, la realizzazione di impianti tecnologicamente avanzati e l’opportuno orientamento delle pareti finestrate. Per incrementare l’attrattività della scuola inoltre, è stata particolarmente curata l’organizzazione degli spazi interni ed esterni. Il responsabile del procedimento è il geometra dell’Utc Felice De Cicco a capo del Settore Lavori Pubblici.
Il Comune del Sabato ha proceduto anche all’affidamento dell’incarico della prestazione professionale di “supporto al Rup ed esperto in materia energetico-ambientale” all’ingegnere. Domenico Pennella per un importo complessivo  di 36.806,67 euro.
Sempre per lo stesso plesso scolastico si procederà alla rifunzionalizzazione dei locali adiacenti la palestra e occupati fino a poco tempo fa dalla Misericordia che saranno destinati ad attività didattiche dell’Istituto comprensivo “De Amicis-Masi”. A disposizione parte di un contributo di 90 mila ottenuto dal capodipartimento per gli Affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno per “investimenti destinati ad opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *