Flash news:   S’infiamma lo scontro sui nuovi parcometri, l’ex sindaco Spagnuolo accusa: «Pacco, doppio pacco e contropaccotto dell’attuale Amministrazione comunale» L’ex sindaco Gerardo Capaldo regala la storia della Dc alla biblioteca comunale di Atripalda. Foto Pnrr, il Consorzio A5 di Atripalda lancia la campagna di ascolto del territorio “Cantiere Idee“ In Irpinia positive al Covid 542 persone: 15 residenti nel comune di Atripalda Passaggio a livello di via Appia: riunione tra Comune, Rfi e Regione Campania. Spagnuolo: “scelta la nostra proposta, sarà realizzato un ponte sopraelevato” Soppressione passaggio a livello di via Appia, Petracca: “risultato concreto, cosi siamo al fianco dei territori” Covid-19 nuovo aggiornamento, 513 positivi in Irpinia: 18 residenti nel comune di Atripalda Spagnuolo: «l’ex sindaco lasciò in regalo alla città un Comune sull’orlo del dissesto» Addio al professore Sabino Di Paolo, dolore in città Assunzioni al Comune di Atripalda, l’affondo di Paolo Spagnuolo: «solo annunci roboanti»

I fondi della sicurezza urbana per rendere più sicure le strade di Atripalda. Foto

Pubblicato in data: 28/11/2021 alle ore:13:30 • Categoria: Attualità

I fondi della sicurezza urbana utilizzati per rendere più sicure le strade di Atripalda. Sono gli interventi partiti che stanno interessando la cittadina del Sabato dal centro alla periferia.
«Con i fondi della sicurezza abbiamo proceduto a tagliare i lecci in piazza Umberto, gli alberi lungo le strade di contrada Alvanite, in piazza Garibaldi, piazza Vittorio Veneto, piazza Alpini Orta, la strada di collegamento Alvanite-Novesoldi, contrada Santissimo e anche via Pianodardine. Un lavoro che avevamo già programmato da tempo per garantire la sicurezza stradale» spiega l’assessore al Traffico e Commercio, Mirko Musto che illustra i lavori.
Una serie di interventi di messa in sicurezza delle aree pubbliche, dalle piazze alle strade che Palazzo di città mette in campo grazie ai proventi derivanti dall’autovelox.
«Un intervento massiccio che non era stata mai fatto finora – prosegue Musto –, effettuato in collaborazione con la delegata al Verde Pubblico Anna De Venezia, che ha interessato anche Parco delle Acacie che era diventato un bosco sia internamente che esternamente. Oggi abbiamo una visibilità completamente diversa lungo le strade e le piazze. Ancora una volta quest’amministrazione ha voluto concentrarsi fortemente su interventi di miglioramento ancora di più in sicurezza e come manutenzione del verde». Proprio lo stato di degrado della strada di collegamento tra Alvanite-Novesoldi era finito giorni fa al centro di proteste e di una lettera inviata dai residenti di contrada Novesoldi al sindaco Giuseppe Spagnuolo, all’Ufficio tecnico comunale e al comandante della Polizia municipale in cui denunciano che la contrada è stata lasciata al buio: «abbiamo ripulita la strada e nei prossimi giorni sistemeremo anche l’illuminazione a contrada Novesoldi, dove alcuni pali sono rotti».
Interventi anche da parte della Provincia di Avellino sul territorio comunale. L’Ente di Palazzo Caracciolo ha proceduto ad asfaltare la strada di collegamento da Atripalda a contrada Alvanite, dove negli ultimi tempi si sono registrati una serie di incidenti anche pericolosi con il ribaltamento di grossi tir che hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco per liberare la strada e il recupero del grosso camion. «In collaborazione con la Provincia, con la quale mi sono coordinato, siamo andati a rifare il manto stradale lungo l’arteria che conduce a contrada Alvanite – conclude l’assessore – e che registrava diversi problemi e sinistri tra le auto, visto l’importanza della strada che collega con Atripalda con il comune di Cesinali».
ùI fondi della sicurezza urbana per rendere più sicure le strade di Atripalda. F

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *