Flash news:   S’infiamma lo scontro sui nuovi parcometri, l’ex sindaco Spagnuolo accusa: «Pacco, doppio pacco e contropaccotto dell’attuale Amministrazione comunale» L’ex sindaco Gerardo Capaldo regala la storia della Dc alla biblioteca comunale di Atripalda. Foto Pnrr, il Consorzio A5 di Atripalda lancia la campagna di ascolto del territorio “Cantiere Idee“ In Irpinia positive al Covid 542 persone: 15 residenti nel comune di Atripalda Passaggio a livello di via Appia: riunione tra Comune, Rfi e Regione Campania. Spagnuolo: “scelta la nostra proposta, sarà realizzato un ponte sopraelevato” Soppressione passaggio a livello di via Appia, Petracca: “risultato concreto, cosi siamo al fianco dei territori” Covid-19 nuovo aggiornamento, 513 positivi in Irpinia: 18 residenti nel comune di Atripalda Spagnuolo: «l’ex sindaco lasciò in regalo alla città un Comune sull’orlo del dissesto» Addio al professore Sabino Di Paolo, dolore in città Assunzioni al Comune di Atripalda, l’affondo di Paolo Spagnuolo: «solo annunci roboanti»

Riparte Giullarte, ieri la prima delle tre domeniche: Spagnuolo: «Era importante per noi dare un tocco di allegria alla città dopo un anno e mezzo di pandemia». FOTO

Pubblicato in data: 13/12/2021 alle ore:18:44 • Categoria: Attualità

«Era importante per noi dare un tocco di allegria alla città dopo un anno e mezzo di pandemia. E’ evidente che il periodo differente non può che non dare un risultato differente però ci tenevamo a questo appuntamento».
Al via ieri sera ad Atripalda Giullarte, il Festival Internazionale di artisti di strada giunto alla sua ventesima edizione. La prima, delle tre domeniche previste (il 19 dicembre la prossima in via Roma la chiusura forse il 26 dicembre il piazza Umberto) è andata in scena nel centro storico, lì dove è nata in estate la manifestazione che negli anni ha richiamato decine di migliaia di persone. Ieri il freddo pungente e il rispetto delle normative anti-covid con il piano sicurezza, ha portato ad un ampliamento delle strade coinvolte. Non c’era la folla che la manifestazione negli anni passati e pre pandemia riusciva a richiamare, ma tante famiglie con bambini hanno assistito per ore agli spettacoli tra le luminarie artistiche installate in centro.
«Abbiamo optato per degli spazi un po’ più ampi rispetti al Giullarte classico che sin svolgeva in estate – commenta il sindaco Giuseppe Spagnuolo – ma lo avevamo detto dall’inizio. E’ un modo per ritrovarsi in strada, assaporare nuovamente tale evento, stare insieme in modo più spensierato e vivere qualche ora di allegria rispetto a quelle che siamo stati abituati in quest’ultimo periodo. Vedere un po’ di persone in strada, bambini che hanno voglia di uscire, nonostante il freddo e le basse temperature, fa piacere. C’è la possibilità di vedere degli spettacoli di artisti strada anche domenica prossima. Un Giullarte diverso dagli anni precedenti, un evento più simile alle notti bianche, con un tema e un taglio unico dal punto di vista artistico e circense».
Non ci sono i classici punti di ristoro e le botteghe nel centro storico, tutto bloccato dalla pandemia. Ma i gruppi di artisti non si risparmiano al freddo, con spettacoli itineranti tra l centro storico, via Gramsci, via Fiume e via Aversa. Domenica prossima si replica in via Roma. L’ultima data invece, quella saltata per il maltempo, dovrebbe tenersi il 26 dicembre in piazza Umberto. Una 20esima edizione ispirata al tema “La Strada”, in omaggio alla straordinaria opera di Federico Fellini, che ha provato ieri a riempire di colori e magia il centro storico, le strade principali e le piazze della città. Ad esibirsi in spettacoli d’arte di strada Mo’ Better Band, Premiata Ditta Amilcare Polpacci e Fratelli, Jane Gota da Cruz (Opera Circus Animation), Dedalo e le variopinte installazioni di Balloon Express.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *