Flash news:   S’infiamma lo scontro sui nuovi parcometri, l’ex sindaco Spagnuolo accusa: «Pacco, doppio pacco e contropaccotto dell’attuale Amministrazione comunale» L’ex sindaco Gerardo Capaldo regala la storia della Dc alla biblioteca comunale di Atripalda. Foto Pnrr, il Consorzio A5 di Atripalda lancia la campagna di ascolto del territorio “Cantiere Idee“ In Irpinia positive al Covid 542 persone: 15 residenti nel comune di Atripalda Passaggio a livello di via Appia: riunione tra Comune, Rfi e Regione Campania. Spagnuolo: “scelta la nostra proposta, sarà realizzato un ponte sopraelevato” Soppressione passaggio a livello di via Appia, Petracca: “risultato concreto, cosi siamo al fianco dei territori” Covid-19 nuovo aggiornamento, 513 positivi in Irpinia: 18 residenti nel comune di Atripalda Spagnuolo: «l’ex sindaco lasciò in regalo alla città un Comune sull’orlo del dissesto» Addio al professore Sabino Di Paolo, dolore in città Assunzioni al Comune di Atripalda, l’affondo di Paolo Spagnuolo: «solo annunci roboanti»

Allagamenti stradali: un piano da 450mila euro ad Atripalda per risolvere i disagi a pedoni e automobilisti

Pubblicato in data: 14/12/2021 alle ore:13:47 • Categoria: Attualità

«Un intervento per risolvere definitivamente lo smaltimento delle acque piovane in alcune zone critiche della città». L’Amministrazione stanzia quattrocentocinquanta mila euro per la messa in sicurezza della viabilità comunale per alcune strade che il più delle volte si allagano con il maltempo. Con l’affidamento dell’incarico professionale per operazioni di rilievo plano-altimetrico propedeutiche alla progettazione prende il via a Palazzo di città l’iter per la riqualificazione di via Appia alta, la parte di strada che si estende dopo il passaggio a livello con il raccordo autostradale Avellino-Salerno. Ad illustrare l’intervento è il sindaco Giuseppe Spagnuolo: «I lavori si concentreranno soprattutto su via Appia alta che si estende dopo il passaggio a livello. A valle di via Appia c’è un problema di allagamenti legati solo alla caduta delle foglie dei platani che ostruiscono le caditoie non facendo defluire l’acqua piovana. E questi fenomeni di allegamento capitano uno o due volte all’anno se la tempesta si abbatte dopo che sono cadute le foglie si crea un impluvio. Qui però la linea delle acque bianche c’è. A monte di via Appia invece non c’è, è tutta l’acqua piovana defluisce nella rotatoria del raccordo autostradale creando un lago. Così come spesso capita lungo la discesa della traversa del liceo scientifico dove il deflusso delle acque fa saltare i tombini. L’intervento di messa in sicurezza lo faremo in questa parte alta di via Appia, oltre che in alcune zone del centro storico e in via Dinacci».
Con i violenti temporali il rischio di allagamenti si fa sempre più concreto infatti in alcune strade molto trafficate come via Appia. Il pericolo, in caso di forti piogge, è che i sistemi di captazione delle acque piovane non riescano a “tamponare” le precipitazioni copiose.
In via Appia alta poi questi sistemi sono del tutto assenti. Stessi problemi anche nelle traverse. Lavori per puntano a tenere sgombre le strade dall’acqua piovana ma anche dalle polemiche che puntualmente, dopo un allagamento, impazzano sui social.
L’Ufficio tecnico di piazzetta Pergola, con determina di settore dopo il via libera in Giunta che ha approvato il documento di fattibilità delle alternative progettuali relative ad un intervento di riqualificazione di alcune strade comuna denominato “Messa n scurezza della viabilità comunale”. I fondi stanziati, 450.000,00 mila euro provengono dalle sanzioni amministrative e pecuniarie per violazione delle norme del vigente codice della strada. Attraverso il Mepa, è stato Incaricato il geometra Francesca Sole di effettuare un rilievo planimetrico dell’area d’intervento” per un importo di 8.237,93 euro.
«Sarà effettuato un rilievo dettagliato delle strade interessate dall’intervento che sta in fase di progettazione esecutiva, un intervento finanziato con le sanzioni dal codice della strada. Nel dettaglio esecutivo ci interessa un rilievo planimetrico per capire le pendenze e risolvere definitivamente lo smaltimento delle acque bianche in questo ragionamento di messa in sicurezza della viabilità, straordinaria, che possiamo realizzare grazie ai fondi derivante dalle sanzioni del codice della strada» conclude il primo cittadino.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *