Flash news:   Abellinum: centomila euro dalla Provincia di Avellino per l’illuminazione notturna ed eventi di Natale Trentenne di Atripalda denunciato dai Carabinieri per possesso di un coltello a serramanico Caro bollette, fondi dal Comune per le famiglie in difficoltà: domande entro venerdì 9 novembre Dipendenza da consumo di droga, alcol ed episodi di bullismo tra i giovani: convegno al Comune. Foto Laceno d’oro International Film Festival al via ad Avellino Addio a Gerardo Bianco, padre dell’Ulivo e grande meridionalista Elezione Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: pronta la stanza per la nuova figura istituzionale con scrivania e bandiere. Foto Scontro in aula per l’elezione del Presidente del Consiglio comunale di Atripalda: è Francesco Mazzariello. L’opposizione abbandona il parlamentino Caccia agli assegnatori morosi dei posteggi del mercato settimanale di Atripalda: revocate una decina di licenze Gestione del verde pubblico, il sindaco: «Puntiamo a prevedere, in base all’omogeneità degli interventi da fare, di dividere la città in più parti e dì sviluppare una serie di gare per gli affidamenti». foto

Buon 2022 con la poesia di Gabriele De Masi

Pubblicato in data: 1/1/2022 alle ore:14:05 • Categoria: Cultura
Buon 2022 con la poesia di Gabriele De Masi. Versi per l’anno che verrà. Convinti, ma con le dita fortemente incrociate, che sia l’anno buono. Un’istantanea per provare a fermare il tempo che scorre e cogliere appieno l’umore- il malumore- italiano di questa fine d’anno. 
Un messaggio augurale, avvolgente, semplice e diretto, in rima gioiosa e malinconica, per tutti: grandi e piccini, per trovare speranza e serenità nella vita di tutti i giorni. 
Un distillato di emozioni, delusioni e desideri di fine corsa. Un componimento in versi, pieno di rimandi al passato prossimo, al presente, con uno sguardo gettato al futuro, da leggersi tutto d’un fiato. 


Anni

 

Aspetto dal tempo una complicità,

per come sono stato, per come m’ha trattato,

essere meno lento col telefonino,

affrontar un po’ più lesto i gradini,

ma le scommesse non danno incasso

ai giorni nostri, incerti, sperare

e non sapere cosa serbi il calendario,

un arrivederci, una stretta di mano,

l’addio, un improvviso abbraccio,

pretesa magra a questi giorni bigi,

aggrovigliato filo d’attesa, entusiasmi,

cadute rovinose, riprese di rinati slanci.

Abbiamo respirato la cenere;

masticato, amaro, il carbone.

Per questa Epifania, soltanto, e Nuovo Anno,

tornar, magia, d’un tratto, tutti piccini,

giochi all’aria aperta e il sole a manto.


 Gabriele De Masi

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.