sabato 26 novembre 2022
Flash news:   25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione Buon compleanno ad Angelo Fedele Festa dell’Albero, piantumati cinque ulivi nella villa comunale “Don Giuseppe Diana”. Foto Cimitero, l’Amministrazione punta a realizzare nuovi loculi Nuovo decoro alla tomba funeraria di epoca romana e alla basilica paleocristiana del centro storico. Foto

San Sabino 2022, il falò in piazza riaccende lo scontro politico. L’opposizione: “un errore vietare i focaroni nei quartieri”

Pubblicato in data: 10/2/2022 alle ore:17:13 • Categoria: Attualità, Politica

Le fiamme del falò in onore di San Sabino riaccendono lo scontro politico. «Ci sono gli assembramenti consentiti e quelli no» scrive il gruppo consiliare d’opposizione di “Noi Atripalda” guidato dall’ex sindaco Paolo Spagnuolo stigmatizzando così la scelta dell’Amministrazione di non far tenere i falò nei quartieri. «Dopo aver assistito agli assembramenti in occasione dell’ultimo Giullarte e a quelli, ancora più frequenti, che si verificano durante il mercato del giovedì, ci saremmo aspettati qualcosa di diverso per la festività in onore di San Sabino, il nostro amato Santo Patrono. Ed invece anche in questo caso la “nostra” amministrazione comunale non si è smentita, anzi ha confermato la sua miglior qualità: la coerenza nel non mostrare vicinanza ed affetto nei confronti della comunità atripaldese. Ci riferiamo ai mancati “fuocaroni” di San Sabino. Oltre a quello in piazza, nulla. Ed è un peccato, visto che i falò, approfittando anche di un tasso di contagiosità fortunatamente in discesa ed attraverso una partecipazione responsabile dei cittadini, avrebbero potuto rappresentare un segno di normalità e di serenità, le stesse invocate dall’amministrazione comunale in occasione, ribadiamo, di Giullarte e di inaugurazioni varie. D’altro canto, caratteristica dei fuocaroni di San Sabino è che essi si svolgono in ogni quartiere, in ogni piazzetta ed in ogni casa con giardino, evitando naturalmente assembramenti».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.