marted� 16 luglio 2024
Flash news:   Il Presidente della Repubblica ha concesso la grazia al dottore Carlo Iannace Madonna del Carmelo, niente festa civile quest’anno ad Atripalda Sospiro di sollievo ad Atripalda: Roberto ritrovato a Napoli Sabato presentazione del nuovo libro di Andrea Perciato Sabato 27 luglio allo stadio Partenio–Lombardi secondo Memorial “Sandro Criscitiello” Dolore ad Atripalda per la scomparsa dell’ex consigliere Emilio Moschella: lunedì i funerali Due 30enni atripaldesi accusati di resistenza a pubblico ufficiale in concorso: uno evita il processo  e l’altro viene condannato a 9 mesi di reclusione Maratona dles Dolomite, la prima volta del team Eco Evolution Bike Dal 12 luglio scatta il ritiro nel comune di San Gregorio Magno Comune di Avellino, il discorso d’insediamento del sindaco Laura Nargi: “Sarò al fianco di tutti”

Fiume Sabato, conclusi i lavori di sistemazione idraulica dell’alveo. Renzulli: “chiediamo di ultimare l’intervento”

Pubblicato in data: 16/3/2022 alle ore:17:00 • Categoria: Attualità

Conclusi i lavori di sistemazione idraulica nel fiume Sabato nel tratto dei comuni di Cesinali, Santa Lucia di Serino, Santo Stefano Del Sole, Tufo, Avellino e Atripalda. A darne notizia è una nota giunta dalla Provincia di Avellino pubblicata sull’albo pretorio del Comune, a firma del dirigente di Palazzo Caracciolo, l’ingegnere Massimiliano Roca. Si tratta di un avviso ad opponendum: «Si comunica che i lavori richiamati in oggetto sono stati ultimati il giorno 25 febbraio 2022 – recita la nota ufficiale -, come risulta dal certificato di ultimazione dei lavori in atti presso la stazione appaltante, e invita coloro i quali vantino crediti verso l’appaltatore per indebite occupazioni, di aree o stabili e danni arrecati nell’esecuzione dei lavori in oggetto, a presentare presso codesto Comune, presso il quale è pubblicato  il presente  avviso, entro il termine perentorio di 15 giorni dalla data di pubblicazione del presente  avviso, le ragioni dei loro crediti e la relativa documentazione giustificativa, avvertendo che trascorso detto termine non sarà più tenuto conto in via amministrativa delle domande a tale fine presentate. Il presente avviso è pubblicato all’albo pretorio on-line di questa Provincia nonché presso i comuni, territorialmente interessati all’intervento in questione».
I lavori di sistemazione idraulica e riqualificazione ambientale dell’alveo del fiume nel tratto cittadino rientrano in un progetto messo in campo dall’Ente di Piazza Libertà con un investimento pari a 4.538.695,53 euro. Intervento che punta a rinaturalizzare il corso d’acqua tra terrazzamenti d’ingegneria naturalistica e passeggiate sul fiume, mettendolo in sicurezza da possibili esondazioni. La comunità attende la partenza del secondo lotto per procedere alla conclusione dell’intervento visto che il cantiere è fermo da cinque mesi e i lavori negli anni sono proseguiti a singhiozzo, tra stop e ripartenze che hanno sollevato non poche polemiche in città. «In questi giorni si fa un gran parlare del progetto del Parco Urbano del Fenestrelle. Anche noi siamo incuriositi, visto che quattro sindaci, Monteforte, Mercogliano, Avellino e Atripalda hanno anche firmato l’atto associativo per candidarlo al tavolo del Pnrr, per avere i fondi. Siamo vigili e attenti perché il rischio di vedere naufragato questo importante progetto è enorme. Ci riferiamo già al danno causato al nostro fiume Sabato – scrive Roberto Renzulli del Comitato “Atripalda bene Comune” -. Sacrificato per fare cassa, perché chi progetta porta a casa sempre il risultato, ma poi in fase di lavori succede sempre qualcosa. Basta vedere in che condizioni ci hanno lasciato il nostro fiume. Ai quattro sindaci, alla Provincia di Avellino e alla lunga schiera di progettisti, tecnici e ditte che hanno tanto interesse di portare avanti il “loro progetto”, chiediamo solo di ultimare prima i lavori del fiume Sabato e poi di pensare di mettere in campo altri inutili e costosi progetti. Atripalda non potrebbe sopportare un nuovo e ulteriore danno ambientale ed idrogeologico per soddisfare le esigenze altrui. La pulizia del fiume fatta qualche mese fa non basta. Il fiume muore sotto i nostri occhi. Ferro, cemento, escrementi, sono sotto gli occhi di tutti. Bisogna ultimare i lavori, bisogna ripulirlo, bisogna risolvere i problemi degli scarichi abusivi, bisogna ultimare i lavori sul ponte delle Filande, dare un senso alla “strada” principale di Atripalda e poi pensare a mettere in campo altri progetti. Noi abbiamo altri progetti per il nostro fiume e per il Fenestrelle».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *