Flash news:   Lavori di efficientamento energetico per due scuole e la biblioteca comunale: l’Amministrazione chiede i fondi Allagamenti in via Appia: nuove polemiche social per le caditoie ostruite e la mancanza di sistemi di captazione delle acque. Foto 70° compleanno Mario Cetro, gli auguri della famiglia Tentano di rubare in un negozio di Atripalda, denunciate due ventenni straniere per furto aggravato 25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“: l’appello dei Carabinieri Incendio alla cabina elettrica, riapre la scuola dell’Infanzia Pascoli. Foto 42° anniversario del terremoto del 23 novembre 1980: manifestazione a Palazzo di città Non si ferma all’alt dei Carabinieri e si schianta contro un’auto in via Gramsci: arresti domiciliari per 28enne in possesso di marijuana Anniversario del terremoto in Irpinia: domani 23 novembre “6.9” performance artistica di Matarazzo ad Atripalda Ponte delle Filande: primi passi verso la demolizione e ricostruzione

Alvanite, aperto il cantiere i lavori di messa in sicurezza delle grondaie. Foto

Pubblicato in data: 4/5/2022 alle ore:09:43 • Categoria: Attualità

Apre il cantiere per l’intervento di messa in sicurezza e rifacimento delle grondaie e dei canali di scolo dell’acqua piovana delle palazzine di contrada Alvanite.
«Abbiamo concluso l’iter e contrattualizzato, consegnato i lavori all’impresa esecutrice – illustra il sindaco Giuseppe Spagnuolo – Abbiamo rivisto la progettazione in modo che tutti i fabbricati del quartiere saranno interessati da manutenzione ordinaria e dove sarà necessario anche da sostituzione delle grondaie».
L’impresa individuale “Spina Rocco” di Cesinali ha avviato i lavori preparativi per effettuare l’intervento per l’importo complessivo di 129.610,28 euro sulla base degli indirizzi fissati dall’ufficio di progettazione interno, affiancato da uno specialista per la prestazione di coordinatore per la sicurezza, che ha proceduto all’aggiornamento del progetto esecutivo approvato poi dall’esecutivo municipale.
A disposizione ci sono 150mila euro ottenuti da Palazzo di città con un mutuo che verranno utilizzati per riqualificare alcune grondaie delle palazzine comunali ormai malandate che non consentono un deflusso regolare dell’acqua piovana che si infiltra lungo le pareti e i balconi facendo staccare calcinacci e lastre di marmo volate giù negli anni scorsi dai piani più alti degli edifici.
I 150mila euro sono fondi incassati nel 2015 e rimasti per anni inutilizzati nonostante le proteste e le richieste dei residenti e dell’opposizione comunale. Fondi ottenuti con l’amministrazione dell’allora sindaco Paolo Spagnuolo attraverso un mutuo a tasso fisso di durata ventennale contratto con Cassa Depositi e Prestiti, al fine di procurare le risorse finanziarie necessarie per l’intervento. Soldi che ora verranno spesi per riqualificare le grondaie malmesse.
L’Utc nei mesi scorsi ha anche incaricato l’ingegnere Pellegrino Fiore di ricoprire il ruolo professionale di direttore dei lavori, coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione e redazione del certificato di regolare esecuzione.
L’Amministrazione del sindaco Giuseppe Spagnuolo punta a sfruttare anche i fondi Pnrr per riqualificare gli edifici della grande contrada periferica della cittadina del Sabato.
Infatti è stata proposta di nuovo la candidatura dell’intervento di “riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica di contrada Alvanite” all’avviso pubblico previsto dal Fondo Complementare al Pnrr denominato “Programma Sicuro, verde e sociale: riqualificazione edilizia residenziale pubblica” per l’importo complessivo di 2milioni di euro.
Il comune del Sabato non era rientrato tra i primi progetti finanziati a fine anno scorso ma il primo cittadino Giuseppe Spagnuolo confida in un ampliamento della copertura finanziaria da parte della Regione Campania che faccia rientrare anche il progetto atripaldese tra quelli che saranno finanziati.
La tipologia di questo bando prevede per la fascia di Atripalda la possibilità di richiedere al massimo due milioni di euro. Se dovesse andare a buon fine seguirà la presentazione di ulteriori domande per l’accesso ai fondi Pnrr
Infine l’Amministrazione sta provando a recuperare gli 8 milioni di euro stanziati per il progetto “Alvanite Quartiere Laboratorio”.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.